menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bottino di 4 mila euro in casa: in manette due ladre, una aveva 5 alias

Colpo in via Rezzonico, all'Arco di San Lazzaro: una delle due arrestate ha dichiarato di essere minorenne ma è stata smascherata dall'esame del polso

Aveva ben cinque alias con i quali si era presentata alle forze dell'ordine quando, in passato, era stata fermata. Una ragazza di 19 anni, le cui iniziale del nome sono P.O., è stata arrestata dai militari dell'Aliquota dei Carabinieri insieme ad una complice di 19 anni, iniziale S.S. per furto aggravato e possessi di oggetti atti allo scasso. Le due donne si trovano nel carcere femminile di Modena, in attesa di processo. Nel pomeriggio di sabato 28 gennaio, infatti, le due si sono introdotte all'interno di un condominio di via Rezzonico, in pieno giorno nella zona dell'Arco di San Lazzaro: erano le ore 14. Utilizzando gli attrezzi da scasso, cacciaviti e chiavi inglesi, sono riuscite a forzare la porta e ad entrare in un'abitazione, rubando 12 orologi, 5 anelli in oro e altri oggetti per un valore complessivo di 4 mila euro. L'azione delle due professioniste non è però passata inosservata: i vicini, che hanno sentito dei rumori, hanno chiamato i Carabinieri che, giunti sul posto, hanno visto le due mentre cercavano di uscire dal condominio con il bottino e le hanno fermate, in flagranza di reato. Le due ragazze hanno fornito documenti falsi e una delle due ha dichiarato di essere minorenne. Una volta in Caserma però, grazie all'esame osseo al polso, i militari hanno verificato che in realtà la ragazza è maggiorenne. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Al Family Food Fight trionfa Parma con i Dall'Argine

Attualità

Covid: a Parma oltre 124 mila vaccinazioni

Attualità

Crolla il controsoffitto: Duc allagato

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento