menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Infrange il vetro di un'auto per rubare un cellulare: 20enne arrestato in flagranza

Un cittadino, che ha assistito alla scena dalla finestra della sua abitazione in via Bocchi, ha fornito alla Polizia tutte le informazioni sugli spostamenti del giovane, che è scappato in bicicletta

Ennesimo furto a bordo di un'auto parcheggiata. Ma questa volta il ladro è stato visto da un residente che ha chiamato la Polizia, fornendo tutte le indicazioni necessarie per farlo arrestare. Erano da poco passate le 23.55 quando un cittadino ha sentito un rumore di vetri infranti in via Ildebrando Bocchi e si è affacciato alla finestra, vedendo un giovane che rovistava all'interno di un'auto in sosta per poi scappare in bicicletta. Il testimone ha chiamato il 113, fornendo tutte le informazioni sugli spostamenti del giovane. I poliziotti sono arrivati sul posto e hanno fermato il sospettto. Il ragazzo è stato trovato in possesso del telefono cellulare appena rubato all'interno dell'abitacolo: per D,C,D, 20enne italiano di origini etiopi e residente a Sorbolo, sono scattate le manette per furto aggravato. A suo carico vi era già un foglio di via dalla città di Parma, mai osservato, e aveva numerosi pregiudizi di Polizia per reati contro il patrimonio. 

Il consiglio della Questurra è di non lasciare oggetti all’interno dell’abitacolo delle proprie autovetture, specie se di valore o che potrebbero far pensare essere tali, quali telefoni cellulari, occhiali, capi di abbigliamento ed ovviamente borse o portafogli. Per gli stessi motivi è altresì sconsigliato di lasciare dentro ai veicoli anche borse da lavoro o valige, seppur per brevissimo periodi. Anche il tempo di un caffè può essere determinante.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Crolla il controsoffitto: Duc allagato

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: 73enne ha un malore dopo il vaccino Pfizer

  • Attualità

    Crolla il controsoffitto: Duc allagato

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento