rotate-mobile
Cronaca

Riconosce la bici rubata al figlio su un sito di compravendite online: scatta il blitz della polizia, denunciato 36enne

La vittima, in compagnia di uno dei poliziotti, ha raggiunto l'inserzionista all’indirizzo concordato dopo aver preso appuntamento. A quel punto gli agenti sono intervenuti

Ieri, i poliziotti della sezione reati contro il patrimonio della squadra Mobile, sono intervenuti dopo che una donna di origine belga ma residente a Parma, aveva denunciato il furto della bicicletta del proprio figlio, dichiarando di averla vista in vendita a 80 euro su un noto sito dedicato alle compravendita online. Nello specifico, la signora ha detto che ignoti avevano rubato la bicicletta del proprio figlio parcheggiata regolarmente nel cortile di casa, e che il giorno successivo al furto, navigando su un portale di ecommerce dedicato agli annunci di compravendita on line, aveva notato in vendita una bicicletta uguale alla sua, e che la donna riconosceva con assoluta certezza come quella rubata a suo figlio in base ad alcuni particolari come ad esempio la leva del freno rotto.

I poliziotti della sezione reati contro il patrimonio, informati del fatto, hanno avviato le indagini per recuperare la bicicletta e identificare l’inserzionista. Attraverso una serie di verifiche, si è accertato che l’inserzionista era un uomo italiano di 36 anni residente in città. La signora, alla presenza dei poliziotti, dal proprio account ha contattato l’inserzionista per instaurare la trattativa e programmare un incontro per l’acquisto della bicicletta che veniva concordato presso l’abitazione di quest’ultimo.

La vittima, in compagnia di uno dei poliziotti ha raggiunto l’indirizzo concordato, mentre gli altri agenti rimanevano nascosti nelle vicinanze pronti ad intervenire. Poco dopo, dal cancello del palazzo usciva un uomo, che avvicinatosi, riferiva che la bicicletta si trovava nella cantina di sua proprietà posta nel retro dello stabile, e li invitava pertanto a seguirlo per mostrare la bici ed eventualmente provarle. Poco dopo, dal retro usciva l'uomo con la bici presente nell’inserzione, che la signora immediatamente ha riconosciuto come quella rubata a suo figlio. I poliziotti appostati nelle vicinanze a questo punto sono intervenuti tempestivamente e una volta qualificatisi, hanno accompagnato l'uomo in Questura per l’attività di identificazione. L’uomo, un 36enne italiano, è stato denunciato per il reato di ricettazione.​ Al termine delle attività, i poliziotti hanno restituito la bici alla signora.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riconosce la bici rubata al figlio su un sito di compravendite online: scatta il blitz della polizia, denunciato 36enne

ParmaToday è in caricamento