Via d'Azeglio, 38enne si connette abusivamente: denunciata per furto di energia elettrica

La donna, in regola con il permesso di soggiorno, ha ammesso di essersi rivolta ad un connazionale, spacciatosi elettricista esperto, il quale, dopo essersi fatto pagare 150 euro per la prestazione, ha connesso direttamente il contatore della signora alla rete Iren

Una donna di 38 anni nigeriana, residente in via d'Azeglio è stata individuata dalla Polizia Municipale e denunciata per furto di energia elettrica. La donna, in regola con il permesso di soggiorno, ha ammesso di essersi rivolta ad un connazionale, spacciatosi elettricista esperto, il quale, dopo essersi fatto pagare 150 euro per la prestazione, ha connesso  direttamente il contatore della signora alla rete Iren, permettendole così di usufruire della corrente elettrica senza che la stessa fosse fatturata.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tavolini ammassati e clienti senza mascherina: chiuso un locale di via Farini

  • Sequestrati 70 chili di alimenti scaduti in un ristorante di Parma

  • Controlli anti Covid durante la movida: multe ad una cena 'privata' a Chiozzola

  • Krause e il mercato: "A breve annunci: ringrazio i soci, ora decido io"

  • Influenza: a Parma il primo caso in un bimbo di 9 mesi

  • Coronavirus: a Parma 15 nuovi casi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento