Tenta di rubare 700 euro di spesa all'Esselunga: denunciato 33enne tunisino

I Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Parma sono intervenuti ieri pomeriggio presso il supermercato Esselunga di via Emilia Est su richiesta della vigilanza poiché un 33enne tunisino aveva tentato di asportare un ingente quantitativo di merce, circa 700 euro

I Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Parma sono intervenuti ieri pomeriggio presso il supermercato Esselunga di via Emilia Est su richiesta della vigilanza poiché un 33enne tunisino aveva tentato di asportare un ingente quantitativo di merce, circa 700 euro, simulando, tramite l’utilizzo del “presto spesa”, di aver comprato prodotti per un valore di soli 22 euro. L’uomo, dopo essere stato identificato e denunciato, si è allontanato con la sola merce regolarmente pagata restituendo i rimanenti 680 euro di merce. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Referendum del 20 e 21 settembre: tutte le informazioni sul voto

  • Covid: a Parma sei positività tra il personale scolastico

  • Il Babbo più Bello d'Italia è il parmigiano Alessio Chiriani 

  • Parma-Krause: in arrivo i milioni degli americani

  • Il Covid torna ad uccidere: muore una donna

  • Apre un bed and breakfast ma non comunica le generalità dei clienti alla Questura: titolare denunciata

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento