"Non riesco a pagare l'affitto". Promoter 27enne ruba gli I-phone e li rivende

Denunciato l'impiegato di un centro commerciale che rubava telefoni per poi rivenderli a prezzo ridotto in casa sua o sul web. Oltre 5000 euro il valore dei beni sottratti. Il promoter si giustifica: "Con lo stipendio non riesco a pagare l'affitto"

Un ammanco di telefoni cellulari, i-pad, i-phone da oltre 5000 euro non poteva passare inosservato per il direttore di un centro commerciale parmigiano. Davanti a una perdita ingente tutta proveniente dal reparto telefonia è scattata la denuncia il 6 settembre scorso in Questura. Qualche sospetto c'era già tra i dipendenti e la conferma alla fine è arrivata proprio dal responsabile dei frequenti furti, un promoter assunto da pochi mesi. Il dipendente non solo ha rubato ripetutamente telefoni cellulari e apparecchi elettronici ma li ha poi anche rivenduti illegalmente a prezzo ribassato.

Se da listino un telefono cellulare valeva 720 euro, il promoter dopo averlo rubato lo rivendeva a 450 euro. Il giro di clienti si è formato in fretta, tra conoscenti e amici che hanno acquistato pensando che la vendita fosse regolare e che si trattasse di prezzi ribassati dovuti a agevolazioni interne ai dipendenti, per questo non sono stati accusati di incauto acquisto. Invece il promoter è riuscito non solo a rivendere i telefoni nella sua abitazione tra conoscenti, ma a piazzarli anche sul web e riuscendo a venderne tre tramite un noto sito di acquisti online italiano. Messo alle strette l'uomo ha confessato tutto davanti agli agenti.

Si tratta di P.R., 27enne pugliese incensurato da pochi mesi trasferito a Parma. Per cercare di rimediare al danno provocato all'attività commerciale, P.R. ha contattato i suoi genitori per chiedere aiuto e ottenere i soldi per ricomprare nuovamente dai suoi "clienti" i beni venduti illegalmente e consegnarli alla Questura. "Con lo stipendio non riuscivo a pagare 1000 euro di affitto al mese", le parole con cui P.R., denunciato per furto aggravato, si è giustificato davanti agli agenti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tavolini ammassati e clienti senza mascherina: chiuso un locale di via Farini

  • Sequestrati 70 chili di alimenti scaduti in un ristorante di Parma

  • Controlli anti Covid durante la movida: multe ad una cena 'privata' a Chiozzola

  • Krause e il mercato: "A breve annunci: ringrazio i soci, ora decido io"

  • Influenza: a Parma il primo caso in un bimbo di 9 mesi

  • Coronavirus: a Parma 15 nuovi casi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento