'Indossa' 900 euro di refurtiva: arrestato 22enne marocchino

Il carabiniere di quartiere, affiancato dai militari dell'Esercito, ha sventato un furto al Panorama. Il giovane aveva con sé scarpe, felpa, biancheria, magliette, biancheria femminile, videogiochi, profumi

I carabinieri con il materiale sequestrato al giovane

Oltretorrente. Il carabiniere di quartiere, affiancato dai militari dell'Esercito, ha sventato un furto al Panorama ed ha assicurato alla giustizia una persona colpita dall'ordine di espulsione dal territorio nazionale. Nella tarda serata tra domenica e lunedì i carabinieri sono intervenuti nel centro commerciale di via Silvio Pellico su richiesta della vigilanza che aveva appena fermato A. E., un giovane marocchino di 22 anni.

I militari hanno difatti trovato lo straniero, pregiudicato per reati contro il patrimonio e irregolare sul territorio italiano, fermo nell’area delle casse del supermercato senza nessuna borsa o busta con sé. Dalla visione delle telecamere interne si è riscontrato che poco prima egli aveva prelevato con il carrello diversi articoli ed accessori dai reparti di elettronica, abbigliamento e profumeria per poi avvicinarsi ai camerini.

Nell’arco di tempo di 5 minuti il ragazzo è poi entrato in uno di essi portando con sé il carrello uscendone successivamente senza aver più niente in mano. Di fronte a quella situazione il carabiniere di Quartiere ha quindi deciso di eseguire la perquisizione personale dello straniero che nascondeva indosso tutta la merce per un valore di 900€ circa.

Nello specifico aveva con sé scarpe, felpa, biancheria, magliette, biancheria femminile, videogiochi, joypad per playstation, profumi, dvd, cd ed altri articoli simili che ad arte aveva celato sotto gli indumenti.
Nessun genere alimentare era stato acquistato. La persona è stata quindi trasferita presso la Stazione di Parma Oltretorrente e durante il suo fotosegnalamento è emerso un rintraccio per un ordine di espulsione dal territorio nazionale, emesso dal Questore di Parma a dicembre.

A.E. è stato quindi arrestato per i reati di furto aggravato e violazione della legge sull’immigrazione e trattenuto in camera di sicurezza in attesa del processo per direttissima. Ieri pomeriggio la condanna ad 1 anno ed espulsione dal Territorio Nazionale ed il trasferimento presso la casa circondariale di Parma

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Referendum del 20 e 21 settembre: tutte le informazioni sul voto

  • Covid: a Parma sei positività tra il personale scolastico

  • Il Babbo più Bello d'Italia è il parmigiano Alessio Chiriani 

  • Parma-Krause: in arrivo i milioni degli americani

  • Apre un bed and breakfast ma non comunica le generalità dei clienti alla Questura: titolare denunciata

  • Lavoratori in nero, camerieri senza mascherina e scarsa igiene: pioggia di multe alla Fiera del Fungo di Borgotaro 

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento