Furto di integratori da 35mila euro alla Muscle&Fitness: trovata la refurtiva

Grazie alla segnalazione di movimenti sospetti nei pressi di un'officina è stato fermato e denunciato un moldavo di 23 anni che aveva depositato nel vano caldaia di un'officina la merce rubata dal valore di 35mila euro

Furto integratori

Una grossa perdita economica quella subita dal proprietario della palestra Muscle &Fitness di via Vigotti per il furto messo a segno lo scorso 8 agosto. 35mila euro il valore di circa 40 cartoni di integratori alimentari che i malviventi erano riusciti a portare via attorno alle 4 del mattino. Nonostante la segnalazione immediata da parte di testimoni che avevano visto un furgoncino caricare cartoni, i ladri erano riusciti a dileguarsi prima dell'arrivo della Polizia. Pochi minuti, il tempo di forzare una porta e caricare sul furgone gli scatoloni con gli integratori, già inscatolati in previsione del trasferimento della palestra in via Baganzola.Nella fuga i ladri erano anche riusciti a prendere il portatile e il fondo cassa di 30 euro.

Sembrava un furto perfetto, senza lasciare traccia. Ma a incastrare uno dei responsabili è stata la segnalazione di movimenti sospetti da parte di una persona che entrava e usciva ripetutamente dal magazzino di un'officina nella zona est della città. All'arrivo il personale della sezione antirapine attorno alle 22,30, ha notato una vettura allontanarsi, il conducente ha riferito nervosamente di essere un dipendente dell'officina e di aver appena terminato di occuparsi della raccolta differenziata. Dal controllo nel sacco erano invece presenti alcune confezioni di integratori, che l'uomo ha riferito di aver acquistato da un amico per 20 euro l'uno. Ritenuta inverosimile la versione dell'uomo, la polizia ha proceduto al controllo del magazzino rinvenendo numerosi sacchi e scatoloni.

Un vero e proprio rifornimento di integratori alimentari, proteici, energetici, vitaminici, bruciagrassi, alcuni vietati per l'uso in competizioni agonistiche, che probabilmente potevano essere destinati alla vendita sottobanco o all'esportazione all'estero. Nessun dubbio sulla reale provenienza della merce, gli scatoloni recavano ancora l'adesivo con il nome della palestra di provenienza. La refurtiva sottratta alla palestra di via Vigotti è stata quasi completamente recuperata, ancora chiusa negli scatoloni e nelle buste dell'immondizia e nascosta nel vano caldaia dell'officina. Solo la merce facilmente deperibile come barrette e minipasti energetici non sono stati rinvenuti, probabilmente consumati dai ladri a causa della breve scadenza dei prodotti, il loro valore era di 827euro iva inclusa. La merce è stata immediatamente riconosciuta dal proprietario, che se ne potrà riappropriare a breve. L'uomo fermato, SC. 23enne moldavo senza precedenti penali e in regola con il permesso di soggiorno, è stato denunciato in stato di libertà per ricettazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid: a Parma sei positività tra il personale scolastico

  • Pestato a sangue per aver difeso un collega: barista di Busseto in ospedale

  • Coronavirus, Parma seconda in regione per numero di casi: 21 in più

  • Il Babbo più Bello d'Italia è il parmigiano Alessio Chiriani 

  • Parma-Krause: in arrivo i milioni degli americani

  • Referendum del 20 e 21 settembre: tutte le informazioni sul voto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento