menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Refurtiva e strumenti per forzare serrature

Refurtiva e strumenti per forzare serrature

Forzano la porta per rubare poi richiudono a chiave: 3 arresti

2 georgiani e un lituano sono stati fermati e poi arrestati per furto in un appartamento di piazza Palazzeschi. Dopo aver rubato avevano chiuso la porta a due mandate

Un comportamento sospetto, tre persone apparentemente dell'est Europa su un'autovettura datata in viale Piacenza che il 12 dicembre, attorno alle 10,30, procedevano a passo d'uomo a osservare i palazzi, è il motivo che ha attirato l'attenzione di una pattuglia della sezione rapine della Squadra Mobile. Dopo aver parcheggiato la vettura in via Bocchi, i tre hanno proseguito in via Marchesi, abbandonando in un cassonetto un cacciavite rotto, chiaro segno da parte della Polizia che si potesse trattare di persone esperte di furti in abitazione.

Notati uscire da un passaggio pedonale attorno alle 12,00 e in procinto di dirigersi in macchina verso l'autostrada, i tre sono stati fermati. Si tratta di due georgiani e un lituano, Shota Svanidze, classe 1992, Dimitrijus Buria, classe 1989 e Vaja Kobuladze, classe 1985, tutti pluripregiudicati. A seguito di una perquisizione, nella loro auto sono stati rinvenuti un cacciavite, un paio di guanti presumibilmente per non lasciare impronte digitali. Nella moquette del rivestimento del passaruota è stato trovato anche un sacchetto contenente strumenti in acciaio realizzati artigianalmente per forzare le serrature blindate e un pezzo di plastica rigida, adatto per far scattare la porta e aprirla. Uno dei tre portava al dito un anello d'oro palesemente femminile.

La chiamata alla Polizia per una denuncia di furto in un'abitazione al sesto piano di una palazzina di piazza Palazzeschi ha permesso di avere conferma del reato commesso dai tre. I ladri sono riusciti a entrare nell'abitazione senza arrecare danni alla serratura blindata, scegliendo l'ultimo piano per le minori possibilità di essere visti da altri condomini e, dopo aver fatto incetta di gioielli e preziosi, sono andati via chiudendo nuovamente a chiave con due mandate la porta. Arrivati a Parma in giornata, pensavano di andarsene nel giro di poco, alla volta probabilmente di Milano. Dopo la descrizione accurata dei preziosi e il successivo riconoscimento da parte della vittima, i tre sono stati arrestati. L'appello da parte della Polizia è di controllare le proprie serrature, in particolar modo se non si tratta di blindate di ultima generazione ma con chiave ad "H" con doppia mappatura, tra quelle forzate con maggiore facilità.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Inquinamento: via libera ai diesel Euro 4 fino a lunedì 8 marzo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento