menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fanno 600 euro di spesa 'gratis' all'Esselunga: coppia denunciata

Un nigeriano del 75 è stato fermato dai carabinieri in via Guareschi con in tasca 7 grammi di marijuana, 360 euro in contanti e una patente contraffatta. Un pensionato ha denunciato il tentato suicidio della compagna: ma era tutto falso

Bottino pieno per i Carabinieri di Parma. Gli uomini del comando locale sono stati impegnati nella giornata di ieri in una serie di controlli e di perlustrazioni a largo raggio eseguiti su tutto il territorio.

SPACCIO NEL CENTRO STORICO – Un nigeriano del 1975 è stato colto in fragranza di reato mentre stava cedendo 7 grammi di marjuana ad un 19enne di Parma. Fermato in via Guareschi, l’uomo aveva con sé due cellulari, 360 euro in contati e una patente di guida contraffatta. Per lui sono scattate le manette con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio. Nella sua abitazione sono stati trovati altri grammi di sostanze stupefacenti.

FALSO ALLARME – Denunciato per procurato allarme un pensionato di Parma. Nella serata di ieri l’uomo, classe ’49 dopo aver avuto una lite con la compagna, una ucraina di 49 anni probabilmente per una scenata di gelosia ha chiamato il 118 denunciando un tentato suicido. Non il suo però, quello della compagna. Allertati dai soccorsi i carabinieri si sono presentati a casa dell’uomo. La donna però non aveva alcune intenzione di suicidarsi. Il pensionato è stato denunciato per procurato allarme.

TENTATO FURTOTentano di fare la spesa senza pagare. Una coppia di mezza età è stata fermata al supermercato Esselunga di via Emilia est mentre cercava di far passare i carelli della spesa senza pagare il conto. Un bottino di quasi 600 euro diviso per quattro carrelli. La direzione del supermercato si è accorta subito di quello che stava succedendo. All’arrivo dei militari, la coppia, domiciliata a Parma ma originaria di Teramo, era riuscita a far passare due dei quattro carrelli ma sono stati scoperti dai carabinieri che controllando la vettura parcheggiata nel piazzale hanno ritrovato l’intero bottino.

BORSEGGIO IN GHIAIA – Attorno alle 18:30 di venerdì 15 marzo i carabinieri hanno fermato una donna rumena di 34 anni mentre ha cercato di rubare il portafoglio dalla borsa di una signora. La vittima, una moldava del 52 si è accorta successivamente di quanto avvenuto. Grazie però alle rapide segnalazioni di altri passanti i militari hanno individuato subito la taccheggiatrice. La donna però prima di essere fermata è riuscita a passare il bottino al suo complice di cui si sono perse tracce. Un bottino da 500 euro. Non avendo ritrovato il “corpo del reato” per la donna non sono scattate le manette. Per lei solo una denuncia per tentato furto.

FUGA DALL'OSPEDALE - Alle ore 21:30 di ieri sera un diciassettenne marocchino è riuscito a scappare dal centro di accoglienza di via martiri della Liberazione, dove era ospitato per gravi problemi psichici. Si è inflitto delle ferite e poi si è dato alla fuga sotto gli occhi poco attenti della sorveglianza. I carabinieri di Parma si sono attivati subito. Numerose pattuglie hanno setacciato l'intera città. Ritrovato in via Zarotto, il ragazzo ha perso il controllo aggredendo chi stava gli stava attorno. Al momento il minore è ricoverato al Maggiore.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Prenotazioni per chi ha dai 60 ai 64 anni: a Parma 28 mila persone

Attualità

Prosegue la campagna vaccinale: a Parma quasi 174 mila dosi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    "Interno Verde": alla ricerca dei giardini segreti di Parma

  • Attualità

    Un nuovo pulmino per la Pubblica in nome di Tommy

Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento