Rubano una Tiguan e percorrono 4 mila chilometri per effettuare furti: merce recuperata

Un'auto sospetta parcheggiata nella zona di via Venezia. E' da qui che parte l'indagine degli agenti della Sezione Antirapine di Parma che, nei giorni scorsi, hanno recuperato una Volkswagen Tiguan rubata a un fidentino il 30 gennaio scorso

Un'auto sospetta parcheggiata nella zona di via Venezia. E' da qui che parte l'indagine degli agenti della Sezione Antirapine di Parma che, nei giorni scorsi, hanno recuperato una Volkswagen Tiguan rubata a un fidentino il 30 gennaio scorso. Un'auto usata poi per mettere a segno una serie di furti nella provincia di Parma.

Infatti gli agenti, dopo aver controllato la targa ed essersi accertati che si trattava della Tiguan rubata a Fidenza, si sono appostati nella speranza che qualcuno tornasse a recuperarla e incastrare così i malviventi, ma evidentemente il fuoristrada era ormai stato abbandonato. All'interno dell'auto, però - oltre a torce, cacciaviti, piede di porco e una mazza da cantiere - c'era anche una consistente refurtiva. Dalle indagini successive è emerso che lo stesso modello di auto era stato segnalato in occasione di alcuni furti in abitazione messi a segno nella provincia di Parma. trarre le conclusioni a quel punto era semplice, inoltre il numero di chilometri percorsi dal furto dell'auto in poi, circa 4 mila, giustificano l'azione criminale.

Al momento la Volkswagen è stata restituita al proprietario mentre si attende di capire a chi possa appartenere la refurtiva tra cui una fede in oro con all'interno inciso il nome "Clara".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'elenco degli oggetti trovati nell'auto: due paia di scarpe da ginnastica una marca “HOGAN” nr.41,  l’altro JOMA nr. 41; una smerigliatrice angolare marca BOSCH, modello gws13230, completo di disco da taglio; un pacco da nr. 5 dischi da taglio del diametro di millimetri 230; un pacco integro, composto da due trivellino da legno; un paio di occhiali antinfortunistica; un marsupio di colore nero marca Vega Holster; una fede nuziale in oro con una incisione nella parte interna; un fermaglio in oro con incastonata una pietra di colore rosa; un paio di occhiali da sole marca “Fendi” con montatura di colore cremisi, muniti della relativa confezione; numerosi capi di abbigliamento senza valore rilevante, del tipo magliette e pantaloni, alcuni dei quali muniti di relative grucce. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Referendum del 20 e 21 settembre: tutte le informazioni sul voto

  • Covid: a Parma sei positività tra il personale scolastico

  • Il Covid torna ad uccidere: muore una donna

  • Aereo precipita a Cremona: muore il pilota 54enne di Fontevivo

  • I Nas di Parma fanno chiudere un bar con il 100% dei lavoratori in nero

  • Il Covid uccide per il secondo giorno consecutivo, muore un uomo: otto casi in più

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento