menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
foto dal gruppo Sei di Parma se..

foto dal gruppo Sei di Parma se..

Galleria Bassa dei Magnani, 22enne accoltellato: gravissimo al Maggiore

Un giovane di 22 anni di origine moldava è stato accoltellato: soccorso dai passanti ora si trova ricoverato in gravi condizioni all'Ospedale Maggiore di Parma, dove essere stato trasportato d'urgenza dall'ambulanza. La Polizia sta cercando il presunto aggressore

Tre fendenti che lo avrebbero colpito all'addome e al torace: aggressione e accoltellamento in pieno centro cittadino, nel bel mezzo del pomeriggio, davanti a diversi passanti che hanno assistito alla scena. Il gravissimo episodio si è verificato nel pomeriggio del 21 ottobre verso le ore 17.30 in Galleria Bassa dei Magnani, dove ogni giorno si ritrovano decine di giovani, luogo segnalato più volte come interessato dal degrado e precario dal punto di vista della sicurezza.

AGGIORNAMENTI - Il presunto aggressore sarebbe stato fermato in centro, si tratterebbe di un 25enne albanese. Alla base del litigio ci sarebbe una lite per motivi di soldi e probabilmente di un cellulare. 

Un giovane di 22 anni di origine moldava è stato accoltellato: soccorso dai passanti ora si trova ricoverato in gravi condizioni all'Ospedale Maggiore di Parma, dopo essere stato trasportato d'urgenza dall'ambulanza. La Polizia sta cercando il presunto responsabile dell'aggressione, un altro giovane che avrebbe litigato violentemente con il 22enne, sferrandogli poi i colpi di coltello che li hanno procurato le gravi ferite. I residenti della zona segnalano da tempo la situazione di potenziale pericolosità della Galleria: oggi è la cronaca a descrivere questi luoghi. Sembra che l'episodio sia stato scatenato da una violenta lite e che riguardi un regolamento di conti tra i due, che già in passato avrebbero litigato proprio in quel punto. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ponte Verdi sul Po: chiusura totale domenica 28 febbraio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento