Garante per i diritti dei detenuti: il Comune assegna l'incarico a Roberto Cavalieri

Con una delibera di giunta approvata il 31 dicembre 2013 l'Amministrazione ha stabilito di assegnare per un anno le funzioni al coordinatore dello Sportello informativo e di mediazione culturale rivolto ai detenuti

Il Comune di Parma ha istituito la figura del Garante dei diritti delle persone private della libertà personale. Con una delibera di giunta approvata il 31 dicembre 2013 l'Amministrazione ha stabilito di assegnare, in via sperimentale e per la durata di anni 1 dall’avvio, le funzioni del Garante del Comune di Parma al dott. Roberto Cavalieri, coordinatore dello Sportello informativo e di mediazione linguistico-culturale, un servizio rivolto ai detenuti che si pone l'obiettivo di far conoscere alla popolazione carceraria le norme per l'accesso ai servizi del Comune di Parma.  Per questo ruolo ha un incarico professionale da parte di Mediagroup fino al 2016. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo decreto: ecco tutte le regole in vigore a Parma da domani

  • Nuovo Dpcm entro il 9 novembre: stretta sulla attività commerciali e gli spostamenti interregionali

  • Pauroso frontale a Castione Baratti: muore una 22enne di Lesignano

  • Nuovo Dpcm in arrivo: cosa cambia a Parma e provincia

  • Verso un lockdown soft dal 9 novembre?

  • Covid: verso un nuovo Dpcm per il lockdown?

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento