Comune, mozioni di Ghiretti contro movida e degrado in Pilotta

Il consigliere comunale chiede anche la rapida apertura del Ponte Nord che potrebbe essere utilizato come incubatore per lo start-up di aziende ad elevata tecnologia gestite da under 35

Il consigliere comunale Roberto Ghiretti ha presentato due mozioni con le quali intende impegnare la giunta su diversi temi di rilievo: Piazza della Pace (con i luoghi della 'movida') e Ponte Nord.

"La situazione di degrado in Piazzale della Pace - scrive Ghiretti nella mozione - ha assunto toni e modalità insopportabili per tutti i cittadini che sono di fatto costretti a non poter usufruire in nessun modo di uno dei luoghi più suggestivi della nostra città.
Piazzale della Pace può essere ritenuta il naturale punto di riferimento per lo sviluppo di un 'Parco naturale della musica' della città di Parma atto a comprendere tutti i luoghi più significativi della cultura musicale parmense e sicuramente idonea a creare un progetto turistico, economico, sociale, culturale di alto livello a basso costo e sicuro ritorno".

Per quanto riguarda la movida, Ghiretti scrive: "Da quanto informano moltissimi cittadini la movida nelle vie Farini e D’Azeglio è ormai inaccettabile nelle forme e nei modi".

Quindi, il neo-consigliere, con la sua mozione, impegna la giunta a "predisporre un regolamento di utilizzo di Piazzale della Pace e procedere con conseguente ordinanza per il recupero dell’area dal degrado in tempi quanto mai celeri. Valutare la possibilità di realizzare un 'Parco naturale della musica e disporre definitiva regolamentazione della “Movida” per dare finalmente soluzione all’annoso problema che ormai ha assunto caratteri in nessun modo accettabili per i residenti".

PONTE NORD
Per quanro attiene il Ponte a Nord, Ghiretti scrive che "lo stesso ha rappresentato per la nostra città un investimento oltremodo significativo e discusso, quindi appare indispensabile dare celere funzionalità sia alla struttura viaria sia alla struttura logistica, destinata altrimenti a diventare un inutile orpello a facile degrado. Alla luce anche della situazione economica e della necessità di dar forza all’imprenditoria giovanile, potrebbe peraltro diventare un vero e proprio incubatore per lo start up di aziende ad elevata tecnologia e gestite da giovani under 35".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, in arrivo un nuovo Dpcm: limitazioni su orari e spostamenti

  • Marito e moglie positivi al Covid escono di casa per aiutare l'amico fermato senza patente: denunciati

  • Coronavirus: verso un lockdown 'morbido' e la chiusura alle 21

  • Smart working allargato, coprifuoco dalle 22 e chiusura palestre: come potrebbero cambiare le regole anche a Parma

  • Torna il volo Parma-Trapani

  • Il contagio si espande: 13 nuovi casi nelle scuole

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento