Martedì, 27 Luglio 2021
Cronaca Centro / Piazza Garibaldi Giuseppe

Un anno di opposizione, Ghiretti: "Delusi da questa Giunta, ma pronti a collaborare"

Natale è alle porte e per tutti è tempo di bilanci. Anche Roberto Ghiretti ha voluto fare questa mattina un punto su un anno passato all'opposizione della Giunta 5 Stelle

Natale è alle porte e per tutti è tempo di bilanci. Anche Roberto Ghiretti ha voluto fare questa mattina un punto su un anno passato all'opposizione della Giunta 5 Stelle. Un anno denso di avvenimenti e di temi, che il consigliere di Parma Unita ha passato in rassegna insieme a Giuseppe Scotti, Carlo Alberto Cova e Massimo Bax. "In premessa vorrei spiegare che Parma Unita non ha posizioni preconcette rispetto al Movimento 5 Stelle o qualunque altro soggetto politico. Non abbiamo una linea politica nazionale a cui dover rispondere, non abbiamo nemici dichiarati, non dobbiamo difendere una posizione ideologica a priori. Siamo cittadini che mettono il proprio tempo a servizio della comunità e per questo abbiamo la libertà intellettuale di valutare un atto o una scelta sul piano esclusivo della sua validità in termini di effetti sul benessere comune".

Ciò detto bisogna dire che per Parma Unita sono davvero poche le cose valide fate da questa amministrazione: dalla famiglia alla cura della città, dalla cultura all'ambiente l'elenco delle critiche anche feroci è davvero lungo. Particolarmente vivace il passaggio sugli "uomini" scelti dalla Giunta per guidare settori chiave, Lorenzo Bagnacani, Patrizia Verrusio, Rosario Giannini, Mirko Rubini, per i quali si fa notare come si tratti di "professionalità tutte provenienti da fuori Parma, tutti curriculum alquanto anonimi, tutti protagonisti di vicende diverse tra loro ma accomunate dal fatto che la loro azione amministrativa non brilla per risultati e metodi di lavoro".

Per quanto riguarda invece il bilancio "ci sarebbe piaciuto avviare una discussione preventiva su alcune scelte fondamentali: prima fra tutte le aliquote di Imu e Irpef. Come sapete  dal 2012 sono al massimo e, viste le recenti dichiarazioni di sindaco e assessore al bilancio in merito alla riduzione del debito del Comune di Parma avremmo voluto mettere all'ordine del giorno una discussione per vedere di calare tali aliquote, anche solo di un punto". Infine c'è tempo anche per un passaggio sui dipendenti comunali e il rapporto con la macchina amministrativa: "Una questione era chiara a tutti noi che abbiamo fatto la campagna elettorale: chi si fosse seduto sulla poltrona di primo cittadino avrebbe avuto il compito di ricostruire i rapporti umani e professionali all'interno di una macchina amministrativa dilaniata da indagini della magistratura. Ad oggi possiamo dire che le parole di Pizzarotti messe nero su bianco nel suo libro sono la prova che quel poco che si è fatto è stato fatto nella direzione opposta". E per il 2014? Parma Unita promette un'opposizione aperta al dialogo, propositiva, ma non disposta a concedere sconti. "Ci piacerebbe - conclude Ghiretti tra il serio e il faceto - essere la coscienza della maggioranza 5 Stelle, magari a volte un po' aggressivi e pedanti, ma sempre pronti a mettere sul piatto la coerenza e l'onesta del nostro impegno per questa città".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un anno di opposizione, Ghiretti: "Delusi da questa Giunta, ma pronti a collaborare"

ParmaToday è in caricamento