Bussetano suona al funerale del cugino e sfugge alla morte

Giancarlo Catelli, marito di Maria Teresa Carloni, la donna morta insieme alla madre ad Amatrice, ha ritardato la partenza verso la casa di origine della donna di 24 ore: così si è salvato

Giancarlo Catelli, il marito di Maria Teresa Carloni, la donna di 49 anni che è morta durante il terremoto nella sua città di origine Amatrice, si è salvato per caso, per il rinvio di 24 ore della partenza, insieme alla moglie, per recarsi nei luoghi che sarebbero poi stati spazzati via dal terribile terremoto che ha sconvolto l'Italia Centrale il 24 agosto. Catelli, residente a Busseto e maestro di violino presso il Conservatorio Nicolini di Piacenza, si è recato ad un appuntamento a cui aveva promesso di non mancare, con la sua musica. Il funerale del cugino che si è svolto martedì 22 agosto e che lo ha salvato da una morte certa al fianco della moglie e della madre di lei, anch'essa deceduta in conseguenza del terremoto. Giancarlo Catelli e la moglie Maria Teresa Carloni si recavano sempre ad Amatrice, quel viaggio era ormai diventato una tradizione e quest'anno l'eccezionalità era dovuta solo al funerale del cugino. La mattina in cui si è verificato il terremoto Giancarlo Catelli ha visto le immagini in televisione, ha provato a chiamare ripetutamente la moglie, senza avere risposta. Poi è partito per Amatrice e ha sperato fino all'ultimo che la moglie fosse sopravvissuta, Nel pomeriggio del 26 agosto il ritrovamento del corpo della moglie e della madre da parte deio Vigili del Fuoco.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I cinque migliori ristoranti per la pausa pranzo a Parma

  • Si schianta in moto contro un muretto di fronte alla Metro: muore 40enne

  • Maxi blitz contro la 'chiesa' con il culto di Gesù Bambino di Gallinaro: perquisizioni a Parma

  • È morto il 46enne investito da un ciclista in piazzale Picelli

  • "Buon viaggio Schinca": il ricordo degli amici del 40enne morto dopo lo schianto in moto

  • Fontanellato: 40enne morsa al polpaccio da una nutria

Torna su
ParmaToday è in caricamento