menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Giocampus Estate: Bebe, la camionessa paralimpica di scherma si racconta ai bambini

La giornata con Bebe è stata per i bambini di Giocampus Estate un’occasione per conoscere la storia di una ragazza che grazie allo sport ha superato paure e pregiudizi. Lo sport e lo stare insieme sono infatti alcuni dei principali pilastri su cui si basa il modello Giocampus

Giovedì 11 giugno presso Giocampus Estate i bambini di Parma e provincia hanno trascorso una giornata all’insegna dell’inclusione e della diversità: ospite speciale Beatrice Vio, in arte BEBE, l’atleta paralimpica di scherma che ha incontrato i bambini, giocato con loro e raccontato la sua storia. Una grave malattia le ha causato la perdita dei quattro arti ed oggi è l’unica atleta al mondo che tira di scherma con la protesi al braccio. Per lei i vertici mondiali hanno cambiato i regolamenti permettendole di partecipare, in un’adeguata categoria, alle gare paralimpiche. La campionessa di scherma si sta infatti preparando per i Giochi di Rio 2016.

La giornata con Bebe è stata per i bambini di Giocampus Estate un’occasione per conoscere la storia di una ragazza che grazie allo sport ha superato paure e pregiudizi. Lo sport e lo stare insieme sono infatti alcuni dei principali pilastri su cui si basa il modello Giocampus. I risultati raggiunti da  tale modello sono frutto dell'importante, costante e continuo lavoro di una grande Alleanza Educativa composta da istituzioni pubbliche e dal mondo privato grazie alla quale ogni anno Giocampus si rinnova e si riconferma come realtà indispensabile per il processo educativo delle giovani generazioni sul territorio di Parma. I risultati raggiunti, grazie al continuo lavoro di esperti di alimentazione e istruttori  diplomati ISEF e laureati in Scienze Motorie, hanno portato a dati significativi, come la diminuzione del tasso di obesità dal 22% al 12%. Questi dati sottolineano ancora di più la maturità e l'importanza riconosciuta di questa realtà che deve essere considerata un punto di riferimento anche a livello nazionale.

I risultati raggiunti dal Modello Educativo Giocampus sono frutto dell'importante, costante e continuo lavoro di una grande Alleanza Educativa composta da istituzioni pubbliche e dal mondo privato grazie alla quale ogni anno Giocampus si rinnova e si riconferma come realtà indispensabile per il processo educativo delle giovani generazioni sul territorio di Parma. I risultati raggiunti da Giocampus grazie al contributo del Comitato Scientifico consegnano dati significativi, come la diminuzione del tasso di obesità dal 22% al 12%. Questi dati sottolineano ancora di più la maturità e l'importanza riconosciuta di questa realtà che deve essere considerata un punto di riferimento anche a livello nazionale.

Dalla storia di Bebe è nata l’Associazione Art4sport ONLUS che ha come obiettivo la promozione dello sport come terapia fisica e psicologica per bambini disabili, l’Associazione porterà a EXPO, di cui Bebe è ambasciatrice ufficiale, i “Giochi senza barriere”: il 27 giugno otto squadre provenienti da otto regioni italiane (Piemonte, Lombardia, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Toscana, Emilia-Romagna, Lazio, Sardegna), ognuna composta da 20 giocatori, disabili e non, affronteranno prove sullo stile di “Giochi senza frontiere” e sul tema portante di EXPO, l’alimentazione. Bebe ha recentemente pubblicato un libro: “Mi hanno regalato un sogno – la scherma, lo spritz e le Paralimpiadi” con prefazione di Jovanotti e introduzione di Luca Pancalli dove racconta la sua esperienza e la sua storia con l’ottimismo di chi ha superato paure e pregiudizi grazie allo sport. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento