Da campione di baseball a trafficante internazionale: estradato in Inghilterra

Il dominicano Jemenez Melo Eriberto, uno dei 10 più importanti criminali del Regno Unito, colpito da un mandato di cattura internazionale per associazione a delinquere è stato arrestato dai Carabinieri di Parma il 7 maggio. Ieri è stato estradato dal carcere di via Burla

Nel corso della nottata tra il 6 e il 7 Maggio 2013, i Carabinieri di Parma, su sviluppo di specifica indicazione dei Carabinieri del Nucleo Investigativo di Udine, hanno arrestato Jemenez Melo Eriberto, nato in Repubblica Dominicana il 16 gennaio 1978, colpito da mandato di cattura e mandato arresto europeo emessi il 13 novembre 2008 e 1 Ottobre 2009 dalla Corte reale di Ipswich e della Corte dei Magistrati della citta' di Westminster (Regno Unito) in ordine ai reati di sottrazione a giudizio della Corte Reale ed associazione a delinquere finalizzata al traffico internazionale di sostanze stupefacenti, per il quale e' stato condannato a 25 anni di reclusione. L'interessato all'atto del controllo, risultava in possesso di passaporto portoghese intestato al nome fittizio di da Silva Freitas Marco Cesar, nato in Portogallo il 11 Aprile 1974.
 
L'arrestato, associato presso la Casa Circondariale di Parma, e' stato messo a disposizione della Corte di Appello di Bologna che ne ha disposto, ieri martedì 9 luglio, l'estradizione in Inghilterra, che e' stata eseguita nella giornata di ieri. Il S.O.C.A.( Serious Organised Crime Agency) del Regno Unito, on la cattura del soggetto dominicano indicato tra i 10 piu' importanti ricercati del Regno Unito, gratifica l'importante attivita' info investigativa  svolta dai Carabinieri di Udine e Parma.

"Il trafficante di droga Eriberto Jimenez Melo è rientrato ieri sera (9 luglio) nel Regno Unito -si legge nella nota del S.O.C.A.-- dove dovrà scontare una lunga sentenza in seguito al suo arresto in Italia nell’ambito di un’operazione condotta dai Carabinieri di Udine e Parma. Jimenez Melo, 35 anni, si era stabilito nella zona di Parma, dove viveva sotto una falsa identità, quando è stato arrestato lo scorso 6 maggio. Egli era stato condannato in contumacia nel Regno Unito alla pena di 25 anni di reclusione per associazione finalizzata al traffico di cocaina. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Covid torna ad uccidere: muore una donna

  • Aereo precipita a Cremona: muore il pilota 54enne di Fontevivo

  • I Nas di Parma fanno chiudere un bar con il 100% dei lavoratori in nero

  • Il Covid uccide per il secondo giorno consecutivo, muore un uomo: otto casi in più

  • Coronavirus, a Parma altro balzo: 14 nuovi casi

  • Maxi rissa con i coltelli all'alba all'ex Salamini, quattro feriti: due gravi al Maggiore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento