menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Palazzetto dello Sport, inizia l'allestimento

Palazzetto dello Sport, inizia l'allestimento

Giornata Democrazia. La 'macchina' dei 5 Stelle: 35 tavoli, 10 supervisori

In 500 popoleranno il Palazzetto dello Sport dalle 8 alle 18 domenica 29 nell'ambito dell'iniziativa 'Il quartiere che vorrei'. Sarà disponibile gratuitamente il volume del referente organizzativo Paolo Michelotto "Vivere meglio con più democrazia"

Mancano ormai solo due giorni alla Giornata della Democrazia, l'evento ideato dal Vicesindaco Nicoletta Paci nell'ambito del progetto "Il quartiere che vorrei". Il Palazzetto dello Sport dalle 8 alle 18 si popolerà di 500 persone, tra privati cittadini e rappresentanti di associazioni, alcuni di loro si sono autocandidati, poco meno di 300, e altri sono stati estratti a sorte e hanno ricevuto un'informativa, circa 1000. Dopo alcune rinunce è stata poi compiuta una seconda estrazione per arrivare poi al numero finale di 500 partecipanti. Dai 16 anni in poi, ogni fascia d'età è stata ammessa a partecipare, nell'intento di potenziare la partecipazione e ascoltare le istanze della popolazione.

GIORNATA DEMOCRAZIA: UN REFERENTE A 5 STELLE 

Non i singoli problemi dei quartieri, come precisato da Paci, ma temi come referendum, decentramento e rappresentanza dei cittadini nei diversi quartieri saranno oggetto di discussione per dare contributi e discutere, un percorso già avviato sul web dove sinora sono state presentate circa una cinquantina di idee. Dopo le fasi di registrazione dei partecipanti seguiranno gli interventi del sindaco Pizzarotti, della vicesindaco Paci, del referente organizzativo Paolo Michelotto e del presidente del consiglio comunale Vagnozzi. 35 tavoli in cui saranno fatti accomodare i 500 partecipanti, alla presenza anche di una decina di supervisori. In ogni tavolo si discuterà di diverse proposte e nel pomeriggio saranno votate. Chi vorrà potrà seguire l'evento anche in streaming, i contenuti dell'incontro saranno disponibili per almeno tre settimane nel sito internet dedicato, per poi passare in Commissione e in Consiglio.

"Sinora dai commenti è emersa l'esigenza dei cittadini ad avere una presenza più capillare dell'amministrazione nei quartieri, oltre a un maggiore ascolto da parte delle istituzioni con la possibilità di recepire le istanze avanzate dai cittadini - sottolinea Paci. E' un'ottima occasione per i cittadini e per l'assetto futuro del decentramento". Sarà disponibile gratuitamente per i partecipanti il volume di Michelotto "Vivere meglio con più democrazia", spedito e offerto a spese dell'autore, senza alcun costo da parte dell'Amministrazione, come precisato da Paci. "Questo è il primo esperimento di democrazia partecipata con dimensioni così ampie, anche in altre città si è seguito questo modello come a Carrara o Arezzo, ma con una partecipazione decisamente minore che si aggirava attorno a 50 persone. Questo potrebbe essere lo schema da replicare, vedremo che esito avrà l'iniziativa, ma potrebbe essere ripetuto in forma ridotta e autonoma nei singoli quartieri con una rappresentanza di cittadini".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Prenotazioni per chi ha dai 60 ai 64 anni: a Parma 28 mila persone

Attualità

Prosegue la campagna vaccinale: a Parma quasi 174 mila dosi

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid, 62 nuovi casi e due morti

  • Attualità

    Prenotazioni per chi ha dai 60 ai 64 anni: a Parma 28 mila persone

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Un nuovo pulmino per la Pubblica in nome di Tommy

  • Attualità

    Mercateinfiera rinnova l'appuntamento ad ottobre 2021

  • Cronaca

    Il Giro d'Italia passa da Parma

  • Attualità

    Meteo: ecco che tempo farà nel week end del 1° Maggio

Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento