Giornata della Guida Turistica: parmigiani 'invadono' il Museo

Nonostante il maltempo e le elezioni, grande successo di pubblico per l'iniziativa organizzata per la giornata internazionale della guida turistica: una visita guidata gratuita a "Storie della Prima Parma" con rinvenimenti in città per scavi edili

Nonostante il maltempo e le elezioni, buona affluenza di pubblico per l'iniziativa organizzata in occasione della Giornata internazionale della Guida turistica al Museo Archeologico. Colta da un alto numero di parmigiani la possibilità di fruire gratuitamente della visita guidata all'esposizione 'Storie della Prima Parma', inaugurata il 12 gennaio scorso. L'intento della mostra è quello di mettere in luce in che modo le scoperte recenti avvenute nel corso di lavori di scavo in città avvenuti negli ultimi anni, abbiano contribuito a fornire informazioni preziose per ricostruire la storia di Parma nelle sue fasi più antiche. Un'esposizione particolarmente interessante perchè mette in evidenza una serie di reperti rinvenuti a Parma nel corso di scavi in diversi punti della città. E' infatti possibile vedere alcuni dei reperti rinvenuti negli antichi villaggi che si trovavano attorno all'area urbana, in via Saragat, a San Pancrazio, Casalora di Ravadese e Pedrignano. Proprio grazie all'analisi dei reperti è stato possibile ricostruire almeno in parte alcune delle caratteristiche che avevano i villaggi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tra gli allestimenti di particolare interesse quello relativo alle fornaci, probabilmente per la ceramica, oltre all'allestimento con lo scheletro di un animale, significativo perchè legato a rituali sacri. Importanti reperti rinvenuti nel corso di scavi hanno permesso di aggiungere tasselli allo studio dell'insediamento urbano e del suo rinnovamento già prima della fase di romanizzazione, come attestano gli scavi effettuati per la sede della Cassa di Risparmio. Tra le installazioni, una riproduce il torrente Parma e mette in luce i ritrovamenti di monete provenienti da tutto il Mediterraneo, che venivano gettate al passaggio, rinvenuti anche in occasione degli scavi per i lavori del Piazzale della Ghiaia. L'esposizione sarà visibile sino al 2 giugno. Per rendere note più diffusamente le notizie sinora quasi inedite relative alla storia della città sono stati pubblicati tre volumi dalla casa editrice «L’ERMA» di BRETSCHNEIDER, che è anche concessionario unico della mostra: Storie della prima Parma. Etruschi, Galli, Romani: le origini della città alla luce delle nuove scoperte archeologiche, il catalogo della mostra Storie della prima Parma e una guida breve alla mostra Parma etrusca, volume di studi miscellanei.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Covid torna ad uccidere: muore una donna

  • Aereo precipita a Cremona: muore il pilota 54enne di Fontevivo

  • I Nas di Parma fanno chiudere un bar con il 100% dei lavoratori in nero

  • Il Covid uccide per il secondo giorno consecutivo, muore un uomo: otto casi in più

  • Coronavirus, a Parma altro balzo: 14 nuovi casi

  • Maxi rissa con i coltelli all'alba all'ex Salamini, quattro feriti: due gravi al Maggiore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento