Giornata mondiale contro la violenza alle donne con il fiocco bianco

Provincia, Comune e Aziende sanitarie rivolgono ai cittadini un invito: "Se sei un uomo indossa il fiocco bianco: è il tuo impegno a non commettere, a non tollerare e a non rimanere in silenzio nei confronti della violenza contro le donne"

Se sei un uomo indossa il fiocco bianco: è il tuo impegno personale a non commettere, a non tollerare e a non rimanere in silenzio nei confronti della violenza contro le donne”. E’ un invito a condividere una nuova cultura, fatta di rispetto e relazioni positive fra i generi, quella che Provincia e Comune di Parma – insieme alle due aziende sanitarie Ausl e Ao -  rivolgono ai cittadini del territorio in occasione della Giornata mondiale contro la violenza alle donne. Oggi, 25 novembre 2010 è un momento ulteriore per riflettere su come debellare quella che ancora oggi è drammaticamente la prima causa al mondo di morte per le donne. Una piaga che sembra non aver mai fine, perpetrata per lo più negli ambiti familiari e comunque da uomini conosciuti dalle proprie vittime.

“Questa giornata la vogliamo dedicare a tutte quelle donne che anche quest’anno sono state  uccise e sopraffatte dalla violenza  degli uomini. L’ultima vittima e di poche ore fa. Crediamo si debba fare una grande opera di informazione per questo abbiamo scelto un interlocutore privilegiato che sono i giovani uomini, nei luoghi che loro frequentano che sono la scuola e quelli in cui si pratica lo sport. Per loro e per tutti quelli che vorranno ci sarà un fiocco bianco da indossare, a testimonianza del loro impegno contro la violenza sulle donne”. E’ l’assessore provinciale Marcella Saccani che ha aperto con il collega del Comune di Parma Lorenzo Lasagna l’incontro di presentazione delle iniziative in programma per il 25 novembre. Anche per vincere quel silenzio che spesso accompagna le violenze contro le donne, la Provincia di Parma, in collaborazione con il Comune di Parma, ha realizzato uno spot ispirato al progetto presentato da una classe dell’Ipsia che si è aggiudicato la IV edizione del Premio Colasanti Lopez, che andrà in onda nelle giornate del 24 e 25 novembre nei TG delle emittenti televisive TV Parma e Teleducato.

“La violenza contro le donne ha purtroppo molte forme che vanno dalla discriminazione, sino all’uccisione – ha spiegato Lasagna -  Se le vittime sono donne, i carnefici quasi sempre sono uomini e, ed è da noi uomini che deve iniziare la presa di coscienza di questo fatto e siamo noi uomini che dobbiamo porre in atto tutti quei comportamenti che valorizzino la differenza di genere  nel rapporto con le donne e che evitino il ricorso forme  di discriminazione e maltrattamento”. 

Come impegno attivo contro la violenza alle donne, già la scorsa domenica, circa ottocento atleti hanno indossato il fiocco bianco, cosa che accadrà anche per le prossime partite e manifestazioni come quella in agenda il 26 e 27 quando si terrà il forum delle associazioni sportive del territorio. Gianni Barbieri presidente del Coni ha promesso che tutti indosseranno il fiocco bianco.

Sempre nella mattinata del 25 novembre sono anche in programma due incontri con gli studenti delle superiori. Prima al “Solari” di Fidenza (alle 9 nell’aula Magna) e all “Ipsia” di Parma (alle 11 nell’aula Magna). Vi interverrà Claudia Priano autrice del libro “Smettila di camminarmi addosso” che dialogherà con la platea di studenti insieme a un rappresentante delle forze dell’ordine L’obiettivo è quello di confrontarsi con le ragazze e i ragazzi affrontando il tema attraverso letture, racconti di esperienze personali e storie vere. Purtroppo i dati e i fatti di cronaca raccontano che spesso le donne sono vittime di violenza già da molto giovani, tra le mura domestiche, nelle relazioni coi pari, nei primi rapporti di coppia. Alcune classi di entrambi gli istituti lavorano da diversi anni su questo tema, attraverso la partecipazione a progetto annuali come Educ e il Premio Colasanti Lopez. Il preside dell’Ipsia Adriano Cappellini ha sottolineato l’importanza di eventi come questi in cui il mondo degli adulti entra nella scuola e porta e un messaggio.

Anche le aziende sanitarie sono in campo e insieme sono  promotrici di un manifesto dedicato alla giornata e alla Campagna del Fiocco Bianco con l’head line “Stop alla violenza sulle donne: dipende anche da te”. L’Ausl, impegnata come ha sottolineato Paola Campanini in azioni continue e costanti dedicate a tutelare la dignità delle lavoratrici,  ha predisposto 300 locandine per i servizi e le unità operative aziendali e nella giornata del 25 distribuirà un migliaio di fiocchi bianchi ai dipendenti  maschi, affinché lo indossino come gesto di solidarietà e condivisione della giornata. L’azienda Ospedaliero Universitaria, ha spiegato il direttore amministrativo Maria Rita Buzzi, ha in programma un incontro con i dipendenti finalizzato alla definizione di una procedura dell’azienda per l’accoglienza alle donne vittime di violenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollino antifascista, Pizzarotti sul ricorso al Tar: "Proponetelo tutti per un'Italia antifascista"

  • "Columbus, lo stabilimento di Martorano chiuderà nei primi mesi del 2020: a rischio centinaia di posti"

  • Senza patente distrugge tre auto e provoca un incendio, poi scappa: fermato giovane di Parma

  • Muore bimbo di 18 mesi: madre accusata di omicidio preterintenzionale

  • Maltempo, perturbazione in arrivo: da giovedì neve a Parma

  • Choc in centro: "I ragazzini delle baby gang si lanciano sotto ai bus in marcia"

Torna su
ParmaToday è in caricamento