Giorno della Memoria, tutte le iniziative. Lunedì Consiglio congiunto

Parma si appresta a celebrare il "Giorno della Memoria", ricorrenza internazionale che cade il 27 gennaio di ogni anno. Mostre, concerti e incontri. Martedì la cerimonia in Prefettura

Parma si appresta a celebrare il “Giorno della Memoria”, ricorrenza internazionale che cade il 27 gennaio di ogni anno, data in cui le truppe sovietiche dell’Armata Rossa liberarono i pochi superstiti del campo di concentramento di Auschwitz, in Polonia, nel 1945. Il 27 gennaio è il giorno dedicato al ricordo della Shoah, cioè dello sterminio del popolo ebreo. Una ricorrenza celebrata anche in molti altri Paesi a seguito della risoluzione Onu, 60/7 del 1 novembre 2005.

La giornata verrà celebrata attraverso il coinvolgimento di diversi soggetti a partire da Prefettura, Comune di Parma, Provincia di Parma, Istituto Storico della Resistenza e diverse realtà scolastiche. La celebrazione della giornata della memoria sarà contraddistinta da diversi momenti che prevedono, fra l’altro, la convocazione congiunta del consiglio comunale e del consiglio provinciale, lunedì 28 gennaio 2013, alle 16, all’Auditorium del Carmine in via E.Duse a Parma e la cerimonia in Prefettura, prevista martedì 29 gennaio 2013, in cui verranno consegnate le medaglie d’onore a cittadini, militari, e civili internati nei lager nazisti e destinati al lavoro coatto.

La seduta congiunta del consiglio comunale e del consiglio provinciale è in programma lunedì 28 gennaio 2013, alle 16, all’Auditorium del Carmine, via E. Duse a Parma. Al Consiglio Congiunto parteciperanno le autorità cittadine, i rappresentanti della Comunità Ebraica, delle Associazioni della Resistenza e dei Perseguitati e Deportati politici e militari, nonché rappresentanti delle varie realtà associative e istituzionali.  I Consigli, in seduta congiunta, saranno presieduti dai rispettivi presidenti: Marco Vagnozzi per il Consiglio Comunale di Parma e Mario De Blasi per il Consiglio Comunale della Provincia.

Parteciperanno il Prefetto Luigi Viana, il Sindaco Federico Pizzarotti, il Presidente della Provincia Vincezo Bernazzoli, il Comandante provinciale della Guardia di Finanza Colonnello Guido Maria Geremia, ed il Presidente della comunità ebraica Giorgio Yehuda Giavarini. In seguito interverranno Michela Cerocchi e Tommaso Ferrari (ricercatori dell'Istituto storico della Resistenza e dell'età contemporanea) che illustreranno i profili di alcuni finanzieri di stanza a Parma, internati nei campi dopo l’8 settembre 1943, a cui si aggiungeranno tre studenti di Parma che hanno partecipato al Viaggio della Memoria 2012.

TUTTE LE INIZIATIVE

Domenica 27 gennaio, alle ore 11, al Ridotto del Teatro Regio si terrà l’evento musicale "Il canto d’Israele", con Riccardo Joshua Moretti (pianoforte e voce narrante) e gli Spazi Sonori Ensemble. Il programma del momento musicale che rientra nella settima edizione dei Concerti aperitivo, rassegna di concerti della domenica mattina, prevede: Danza Chassidica 1 (per Ensemble), La notte della Shoà (per violino e pianoforte), Chassidica Trio (per violino, violoncello e pianoforte), Niggun (per Ensemble), Melodika (per flauto e pianoforte), Bambola meccanica (per violoncello, contrabbasso e pianoforte), Mitzvà (per Ensemble), Shalom (per violino e pianoforte), Elì, Elì (per canto e pianoforte), Danza Chassidica 3 (per Ensemble). Chi sono gli Spazi Sonori Ensemble: Sandu Nagy (Flauto), Daniele Titti (Clarinetto), Mihaela Costea (Violino), Diana Cahanescu (Violoncello), Luca Reverberi (Fagotto), Alberto Farolfi (Contrabbasso), Gianni Giangrasso (Percussioni).

Programma del “Giorno della Memoria” promosso dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Parma

Martedì 29 gennaio ore 11 Piazzale Picelli. La storia che si fa memoria, con un sasso in mano per i bambini di Auschwitz e Terezin. In collaborazione con la Comunità Ebraica di Parma

E’ con una pietra in mano, che i ragazzi del Liceo Scientifico- Liceo Musicale “A. Bertolucci”  in collaborazione con l’Istituzione Biblioteche del Comune di Parma- Biblioteca “U. Balestrazzi” e con  gli alunni dell’Istituto Comprensivo Parmigianino-Scuola Media Parmigianino e Scuola Elementare Cocconi, che ricorderanno la tragedia della deportazione e dello sterminio degli ebrei.

Dal cortile della Biblioteca Civica alle 10,45 gli studenti del Bertolucci con le pietre in mano, che riportano il nome di sei bambini ebrei della città che hanno trovato la morte ad Auschwitz, si dirigeranno al civico 7 di P.le Picelli, dove le pietre, al suggestivo suono del Silenzio, verranno deposte nel luogo dove abitava ed è stato prelevato uno dei bambini ebrei deportati.

Quindi, all’Auditorium della Cocconi, alla presenza dell’Assessore Laura Maria Ferraris e dei rappresentati della Comunità ebraica, cittadini e insegnanti, gli studenti daranno voce alla storia che è racchiusa nelle pietre, attraverso le parole del libro di M. Minardi I bambini di Parma nel lager di Auschwitz (ISREC, 2004), la lettura di alcune poesie dei Bambini di Terezin e l’esecuzione di brani di musica ebraica.

Dal 28 al 31 gennaio – Oratorio Novo delle Biblioteche di V.lo Santa Maria

Shoah: un futuro alla memoria.  Video-testimonianze in Rete – i racconti. Testimonianze orali dei sopravvissuti all’Olocausto raccolti dal web.

Collage di voci ed esperienze di chi si è salvato attraverso filmati ed interviste, i momenti più drammatici della Shoah, dalla promulgazione delle leggi razziali alla guerra, dalla deportazione all’orrore della vita nei Lager. Il video sarà attivo in proiezione continua (dvd e sitografia a disposizione degli istituti scolastici in visita o a richiesta – civica@comune.parma.it)

Martedì 29 gennaio alle 18  - All’Oratorio Novo della Biblioteca Civica è in programma: “In Italia sono tutti maschi - La persecuzione degli omosessuali durante il fascismo. Un incontro tra storia e graphic novel, realizzato in collaborazione con il Centro Studi Movimenti di Parma, Istituzione Biblioteche e Assessorato alla cultura con interventi dello storico Lorenzo Benadusi, ricercatore all’Università di Bergamo e autore de Il nemico dell’uomo nuovo (Feltrinelli 2005) e di Luca de Santis e Sara Colaone, autori de In Italia sono tutti maschi. Una graphic novel sul confino degli omosessuali durante il fascismo (Kappa 2008). Coordinerà Brunella Manotti, docente e ricercatrice del Centro studi movimenti.

Due sono gli obiettivi dell’incontro: far conoscere un aspetto poco noto delle discriminazioni e delle privazioni di libertà che il regime fascista impose alla società italiana e riflettere su quanto l’arte – in questo caso nella forma del fumetto – sia in grado di raccontare il passato. Per info: 328-9769438 / csm.parma@alice.it.  Dal 1938 al 1942, l’omofobia fascista portò oltre trecento cittadini all’arresto e al confino di polizia nelle colonie di Ustica, Favignana, alle isole Tremiti e in altri luoghi. Un tema poco noto, quindi, anche perché alla fine della seconda guerra mondiale, questa memoria, come molte altre, non ebbe spazio nel nostro Paese e, a causa del forte pregiudizio omofobo sopravvissuto alla fine del regime.

Da Martedì 29 gennaio – Biblioteca di Alice

Mostra bibliografica e letture in biblioteca sul tema dell’Olocausto; con la partecipazione di una classe delle scuole secondarie di primo grado

Da lunedì 28 gennaio - Biblioteca Pavese

Mostra bibliografica e letture in biblioteca sul tema dell’Olocausto; con la partecipazione delle classi della scuola primaria

Dal 28 al 31 gennaio – Emeroteca Oratorio Novo

Mostra periodici: la Shoah nella stampa del primo dopoguerra

Da sabato 26 gennaio – Biblioteca Alpi

Selezione di testi di saggistica e narrativa in lingua straniera esposti in biblioteca. Bibliografie online.

Mercoledì 6 febbraio 2013, alle 16, Palazzetto Eucherio Sanvitale – Parco Ducale - inaugurazione mostra: “Ricordiamo, perché non accada mai più”, promossa dall’A.N.F.F.A.S onlus Emilia Romagna (Associazione di Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o relazionale), dall’ A.N.F.F.A.S di Parma e dall’Associazione “AMICI DELL’ A.N.F.F.A.S”, con il patrocinio del Comune di Parma, della Provincia di Parma, della Regione Emilia Romagna e dell’AUSL di Parma. “RICORDIAMO, perché non accada mai più” è una mostra per ricordare le vittime del programma di eutanasia delle persone disabili sotto la dittatura nazista.

La mostra, ad ingresso gratuito, intende onorare la memoria delle vittime del programma di eutanasia delle persone disabili sotto il Nazismo in Germania e non solo, a partire dal 1939, in nome della purezza della razza e del risparmio di risorse economiche. La mostra ospitata al Palazzetto Eucherio Sanvitale (all’interno Parco Ducale) dal 6 febbraio al 25 marzo 2013 propone ai visitatori un percorso di trentuno pannelli illustrativi che ripropongono materiali autentici dell’epoca quali fotografie, stralci di leggi e di studi scientifici (eugenetica), materiale di propaganda nonché descrizioni e spiegazioni su quegli avvenimenti spaventosi che portarono allo sterminio di 300.000 bambini e adulti innocenti.

L’intento dell’esposizione è di riportare alla memoria e, in alcuni casi rivelare, le incredibili mostruosità avvenute sotto il Nazismo in luoghi non lontano da noi, con l’auspicio che non si ripetano mai più; stimolando la riflessione  sulle motivazioni  culturali, scientifiche, politiche ed economiche che portarono prima alla sterilizzazione e poi all’uccisione dei disabili.Per i disabili furono inventate le camere a gas, i disabili furono le prime cavie dei barbari esperimenti medici su esseri umani, per i disabili furono messi a punto i macabri rituali delle camere a gas camuffate da docce, della spoliazione dei condannati, del recupero dei loro effetti personali, dell’estrazione dei denti d’oro dai cadaveri.

La particolare connotazione di questo sterminio: per le basi scientifiche da cui partì, per la sua accurata preparazione attraverso anni di martellante propaganda, per la tipologia dei suoi esecutori (non fanatiche SS, ma medici ed infermieri trasformati in aguzzini dei loro pazienti), pone domande inquietanti sul presente e sul futuro e spinge ad una approfondita riflessione sui grandi temi che da sempre accompagnano la convivenza umana. Il percorso della mostra è stato allestito con particolare attenzione alle scuole poiché, grazie ai pannelli espositivi, risulta di facile ed immediata comprensione per gli stessi insegnanti che accompagnano le classi. Gli insegnanti che volessero approfondirne anticipatamente il contenuto potranno recarsi, negli orari di apertura, al Palazzetto Eucherio Sanvitale o al C.E.P.D.I ( via Stirone, 4- tel. 0521-257283) e ritirare preventivamente il libretto  descrittivo di tutto l’argomento. Le prenotazioni delle singole classi, vanno richieste al Settore Cultura del Comune telefonando allo 0521-218684 (o 0521-218.406) o al il lunedì e il giovedì dalle 8.00 alle 16.00, il martedì, mercoledì e venerdì dalle 8.00 alle 13.00.

INFO MOSTRA:

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Luogo: Palazzetto Eucherio Sanvitale (nel PARCO DUCALE). Inaugurazione: 6 febbraio ore16.00. Chiusa il lunedì. Orari di apertura: dal 7 febbraio al 25 marzo 2013, dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 16.00 per il mese di febbraio, dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 17.00 per il mese di marzo.. Info: 0521-218684 o 0521-218.406

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Covid torna ad uccidere: muore una donna

  • Aereo precipita a Cremona: muore il pilota 54enne di Fontevivo

  • I Nas di Parma fanno chiudere un bar con il 100% dei lavoratori in nero

  • Il Covid uccide per il secondo giorno consecutivo, muore un uomo: otto casi in più

  • Coronavirus, a Parma altro balzo: 14 nuovi casi

  • Maxi rissa con i coltelli all'alba all'ex Salamini, quattro feriti: due gravi al Maggiore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento