menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Questura, arriva Giuseppe Racca: "La prevenzione prima di tutto"

Presentazione del nuovo Questore che prende il posto di Longo. "Parma è una città vivibile ma bisogna migliorare sulla percezione della sicurezza. A disposizione della città"

Oggi è il giorno dell'ufficialità. Giuseppe Racca prende il comando della questura di Parma. "Dopo la fine della mia ottima esperienza a Ravenna sono felice di iniziare a lavorare per questa città". Nato a Formia nel 1953, Racca ha iniziato la sua carriera nelle forze dell'ordine nel 1973 lavorando in numerose Regioni, soprattutto al Centro - Sud.

"Il primo passo sarà quello di avvicinare ancora di più la polizia al cittadino e il cittadino alla polizia perché la sicurezza è possibile solo se c'è collaborazione". Dopo l'esperienza di due anni nella questura di Ravenna iniziata nel 2010, Racca prende il posto dell'ex questore Salvatore Longo trasferito a Catania. "Noi siamo a disposizione della città - sottolinea Racca -. La prevenzione viene prima di tutto. Invito i cittadini a segnalarci qualsiasi anomalia perché il nostro obiettivo non è solo punire il compevole ma soprattutto prevenire il reato". In mattinata Racca ha avuto modo di incontrare il presidente della provincia Vincenzo Bernazzoli.

Nei prossimi giorni previsto l'incontro con il sindaco Pizzarotti e il procuratore Gerardo Laguardia: "Avrò modo di parlare con tutti i rappresentanti delle istituzioni e delle altre forze dell'ordine così da poter avere un'idea più dettagliata sulla città". In realtà Racca non ha perso tempo e ha già ben chiaro il quadro della situazione: "A livello di criminalità Parma mi sembra una città molto più vivibile rispetto ad altre zone d'Italia. Nel limite delle risorse a disposizione cercheremo di aumentare i controlli nelle zone e negli orari più a rischio in modo da colpire la microcriminalità che incide molto sulla percezione della sicurezza".

giuseppe-racca-bernazzoli-2

VISITA IN PROVINCIA.  Il nuovo questore è stato ricevuto questa mattina in piazza della Pace dal presidente della Provincia Vincenzo Bernazzoli, con il quale si è confrontato su città e territorio e dal quale ha ricevuto gli auguri di buon lavoro da parte di tutta l’amministrazione. Tra i due un incontro cordiale, e la promessa reciproca di collaborazione tra i rispettivi enti.

GIUSEPPE RACCA, IL CURRICULUM- Nato a Formia (LT) il 18.09.1953, ha frequentato l’Accademia del disciolto Corpo delle Guardie di P.S. dal 1973 al 1977. Ha prestato servizio presso la Scuola Sottufficiali di P.S. di Nettuno fino al marzo 1982, dopodiché è stato trasferito presso la Direzione Centrale della Polizia Criminale – Servizio Anticrimine dove ha diretto la Sezione Criminalità Organizzata “ Camorra ”. Dal febbraio 1985 al giugno 1992 ha diretto la Squadra Mobile di Latina; dal luglio 1992 al 1995 è stato assegnato alla D.I.A. (Direzione Investigativa Antimafia) prestando servizio presso le sedi di Palermo e Napoli. Dal maggio 1995 al giugno 1997 ha diretto il Centro Criminalpol delle Regioni Puglia e Basilicata. Nel giugno 1997 ha prestato servizio presso L’Ispettorato Generale di P.S. presso il Ministero delle Comunicazioni a Roma fino al marzo 2001. Dall’aprile 2001 a dicembre 2005 ha diretto il Compartimento Lazio della Polizia delle Comunicazioni. Per tutto il 2006 ha svolto le funzioni di Questore Vicario a Viterbo. Nell’agosto 2007, dopo aver frequentato la Scuola di Perfezionamento delle Forze di Polizia (22° Corso di Alta Formazione )a Roma, è stato promosso Dirigente Superiore ed inviato ad Ancona quale Dirigente il Compartimento di Polizia Ferroviaria per le Regioni Marche, Umbria e Abruzzo. Dall’11 agosto 2008 al 31 gennaio 2010 è stato Questore della provincia di Lecco. Dal 1° febbraio 2010 ha assunto la carica di Questore della provincia di Ravenna.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Fidenza Village: aperta una cantina con cucina Signorvino

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Ritrovato il corpo di Andrea Diobelli

  • Cronaca

    Montagna stregata: altra vittima sul Marmagna

  • Cronaca

    Coronavirus, a Parma 157 casi 5 decessi

  • Sport

    Ennesima rimonta, il Parma non sa più vincere: con lo Spezia finisce 2-2

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento