gli atleti nuotatori della polisportiva coop cne di parma alla scoperta dell’oasi wwf dei ghirardi

Gli esordienti agonisti nuoto della Polisportiva coop alla scoperta del mondo WWF, all'interno dell'Oasi dei Ghirardi in Val Taro. Un'intera giornata di divertimento, istruzione e scoperta, dove una quarantina di ragazzi di età compresa dai 6 ai 11 anni, accompagnati da 7 istruttori hanno seguito un itinerario guidato, introdotti da una guida esperta e professionista WWF. L’Oasi dei Ghirardi è una delle circa cento OASI WWF presenti sul teritorio nazionale, un sistema di aree protette complesso e articolato attivo per tutelare la biodiversità e raggiungere uno sviluppo sostenibile.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

La potremmo quasi definire un'attività di team building quella che ha portato gli istruttori della sezione nuoto della Polisportiva COOP CNE di Parma ad organizzare un'uscita con i propri atleti all'oasi WWF dei Ghirardi, nella montagna occidentale parmense, tra Borgo Val di Taro ed Albereto. Alla chiusura dell'attività agonistica lo scopo era quello di favorire il rafforzamento del legame di gruppo attraverso un'attività che fosse allo stesso tempo ludica e formativa con forte valenza esperienziale.

Cosa di meglio dell'Oasi del WWF, uno scampolo di natura presente nel nostro Appennino, preservato da generazioni di volontari. Il territorio della Riserva è un mosaico di aree boscate, terreni agricoli in coltivazione o abbandonati, pareti rocciose, calanchi, greti ghiaiosi, rivi incisi nella roccia. Questa diversità di ambienti, legata anche alla varietà di microclimi dovuti alla diversa esposizione dei versanti, consente la vita a molte specie animali e vegetali diversissime, garantendo il mantenimento di una Biodiversità essenziale alla vita del Pianeta e dell'uomo stesso.

Ad accogliere gli atleti all'oasi dei Ghirardi la guida del WWF, nonché uno dei massimi conoscitori della Riserva, Guido Sardella. Insieme agli allenatori della sezione nuoto polisportiva COOP CNE di Parma, Alice, Carlotta, Federica, Luca e Silvia, ha accompagnato i giovani visitatori lungo il percorso alla ricerca di tracce di animali, di segni della loro vita in questo angolo di Appennino, attraversando boschi, radure e torrenti, muniti di lentini e binocoli. E i ragazzi, esordienti C, B e A dell'agonistica Nuoto, hanno risposto con entusiasmo ascoltando rapiti le parole di Guido e scrutando con attenzione ogni centimetro di terreno, forse consapevoli del fatto che per essere buoni sportivi occorre innanzitutto conoscere ed amare la Natura.

Al termine è rimasto lo spazio per un'attività ludica fatta di corse, salti e volteggi su e giù dai clivi dell'oasi, assaporando l'odore dell'erba alta che questa strana primavera ha tanto favorito. Una giornata in libertà in uno degli angoli più belli ed incontaminati della nostra Provincia, l'incontro tra due forze della natura, giovani ragazzi che con serietà coltivano un'attività sportiva favorendo lo sviluppo armonico del proprio corpo e un pezzetto di terra che si cerca di salvaguardare nella sua originaria naturalità.

A tutti i ragazzi la Sezione Territoriale del WWF di Parma ha fatta dono del libro "Sguardi sulla Biodiversità nel Parmense" affinché potessero, una volta tornati a casa, ritornare alla magia dei momenti trascorsi, magari per condividere quanto appreso con i propri familiari.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento