Green Money 2, Ernesto Balisciano per la seconda volta in Procura

L'ex presidente di Engioi, società partecipata dal Comune di Parma, è entrato questa mattina nell'ufficio della Pm Paola Dal Monte: dopo l'interrogatorio del 14 ottobre oggi potrebbe ottenere i domiciliari

Tangente

Dopo quattro mesi di carcere, a seguito dell'inchiesta Green Money 2, è l'unico, insieme ad Emanuele Moruzzi, a non aver ancora ottenuto gli arresti domiciliari. Ernesto Balisciano, ex direttore di Engioi, società partecipata dal Comune di Parma, era stato arrestato il 24 giugno dalla Guardia di Finanza. Ha trascorso questi mesi in carcere a Ferrara. Questa mattina verso le 8 è tornato dalla Pm Paola Dal Monte dopo il primo interrogatorio di dieci giorni fa, durato otto ore, durante il quale l'imputato aveva risposto alle domande dell'accusa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il colloquio del 14 ottobre era stato secretato. L'imprenditore è accusato di peculato nell'ambito dello scandalo per le tangenti nel verde pubblico che ha coinvolto, tra gli altri, anche l'ex dirigente di Iren Mauro Bertoli e l'ex funzionario del Comune Emanuele Moruzzi.  Oggi potrebbe essere la volta buona per lui per ottenere la misura alternativa alla detenzione in carcere. Secondo l'accusa Ernesto Balisciano era uno dei capi saldi del sistema di corruzione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in via Bologna: 50enne incinta di sette mesi muore in casa

  • Coronavirus: a Parma sabato e domenica chiusi centri commerciali e supermercati

  • Salsomaggiore: muore il medico termale Ghvont Mrad

  • Coronavirus, l'appello choc di una 26enne: "In 40 metri quadri in 6 con 4 figli: non abbiamo i soldi per fare la spesa"

  • "Chi non è residente deve lasciare l'abitazione": a Parma la truffa del falso avviso del Ministero dell'Interno

  • Coronavirus, Vigili del Fuoco in lutto: muore a 58 anni Giorgio Gardini

Torna su
ParmaToday è in caricamento