Cronaca

Processo Green Money: ancora un nulla di fatto per i patteggiamenti

Stabiliti non congrui, nel corso dell'udienza odierna, gli accordi raggiunti dagli imputati con la Procura di Parma. Approvati quelli di Forni e Mangiarotti, che prevedevano la prosecuzione di precedenti pene.

Ancora nulla di fatto per quanto riguarda i patteggiamenti nel processo Green Money che vede imputati Gianvittorio Andreaus, Ernesto Balisciano, Gianluca Facini, Carlo Iacovini, Tommaso Mori e Emanuele Moruzzi.  Nel corso dell'udienza che si é tenuta oggi il giudice Gabriele Nigro, confermato dalla sentenza della Corte d'Appello di Bologna dopo la richiesta di ricusazione, ha stabilito che gli accordi raggiunti con la Procura di Parma da Andreaus, Balisciano, Facini, Iacovini e Moruzzi, non sono congrui visto che avrebbero previsto pene inferiori ai due anni, con sospensione. Sono passati invece gli accordi per Forni e Mangiarotti, che prevedevano una prosecuzione di altre pene già stabilite.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Processo Green Money: ancora un nulla di fatto per i patteggiamenti

ParmaToday è in caricamento