menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Green Money: pene ritenute non congrue, udienza rinviata al 17 settembre

Secondo il giudice Gabriele Nigro le pene al di sotto dei due anni patteggiate dagli imputati Gianvittorio Andreaus, Ernesto Balisciano, Gianluca Facini, Carlo Iacovini, Tommaso Mori e Emanuele Moruzzi non erano congrue per le accuse di peculato e corruzione

Rinviata al 17 settembre l’udienza del processo Green Money. Secondo il giudice Gabriele Nigro le pene al di sotto dei due anni patteggiate dagli imputati Gianvittorio Andreaus, Ernesto Balisciano, Gianluca Facini, Carlo Iacovini, Tommaso Mori e Emanuele Moruzzi non erano congrue per le accuse di peculato e corruzione a loro mosse dopo l’inchiesta sugli appalti per il verde pubblico che nel 2011 ha scosso la città.

Nel corso della prossima udienza gli imputati avranno la possibilità di presentare ancora istanza di patteggiamento, ma per pene di durata superiore a quelle non concesse oggi, o di richiedere il rito abbreviato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Fidenza Village: aperta una cantina con cucina Signorvino

Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 44 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Oggi il Dpcm: le scuole a Parma verranno chiuse?

  • Attualità

    Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

  • Cronaca

    Vaccinazioni per gli over 80: lunedì tra disagi e ritardi

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento