'Guerra' al Montanara, sparano per strada e alle finestre: denunciati tre giovani

I ragazzi hanno prima preso di mira un distributore di benzina con le pistole da soft air: poi hanno danneggiato tapparelle e vetri

Le pistole sequestrate dai carabinieri

Pomeriggio di paura al quartiere Montanara. Erano da poco passate le ore 15 di ieri 24 settembre quando tre giovani hanno preso le loro pistole da soft air ed hanno iniziato a sparare per strada e alle finestre delle abitazioni in quartiere. Un comportamento che poteva avere conseguenze ben più pesanti: i primi spari sono stati rivolti contro un distributore di benzina della zona mentre gli altri colpi sono stati esplosi prendendo di mira le finestre di alcune abitazioni, senza un motivo apparente. La segnalazione ai carabinieri è partita dopo i primi spari: i militari sono giunti sul posto ed hanno colto i tre giovani, due italiani di 24 e 25 anni e un ucraino di 21 anni, mentre erano intenti a sparare alle finestre.

I colpi hanno provocato il danneggiamento di alcune tapparelle e dei vetri: se qualcuno si fosse affacciato in quel momento si sarebbe potuto fare molto male. Le pistole, di libera vendita, sparano infatti palline di gomma ad aria compressa. Per i tre giovani è scattata una denuncia per danneggiamento in seguito ad eplosioni pericolose: le armi sono state sequestrate. I tre ragazzi si sarebbero giustificati sostenendo che stavano solo giocando. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Telefonate per cambiare contratti luce e gas: Federconsumatori mette in guardia gli utenti

  • Paura a Mamiano, auto finisce nel canale e si schianta contro un muretto: gravissimo bimbo di 9 anni

  • Bomba d'acqua a Parma: allagamenti e disagi alla circolazione stradale

  • Incidente in tangenziale, è giallo: bici accartocciata e tracce di sangue ma il ferito non si trova

  • Assicuratore-pusher 37enne gestiva un traffico di marijuana e hashish in Università: quattro arresti

  • Gioca 5 euro e vince 66 milioni di euro: maxi vincita al Superenalotto a Basilicagoiano

Torna su
ParmaToday è in caricamento