Ubriaco finì nel fosso con il trattore, tasso di 2.37: 56enne denunciato

Nel 2007 gli avevano ritirato la patente della macchina e così usava il trattore come mezzo di locomozione: dopo l'incidente del 24 giugno ora arrivano anche i guai giudiziari

Il 24 giugno 2016, a Monchio delle Corti un 56enne, residente nel Comune, aveva effettuato una manovra strana con il trattore ed era finito in un fossato. In conseguenza dell'incidente aveva riportato traumi al volto e lesioni all'orecchio. Dopo l'esito delle analisi si è scoperto che era ubriaco con 2,37 di tasso alcolemico. L'uomo utilizzava il trattore come mezzo di locomozione poichè nel 2007 gli avevano ritirato la patente della macchina. Il conducente è stato segnalato per guida con patente revocata e denunciato per guida in stato di ebrezza. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolto da un furgone e sbalzato contro una moto: ciclista 45enne gravissimo

  • A Parma il primo impianto dello stimolatore capace di interrompere i segnali di dolore al cervello

  • Devasta la stazione rischiando di far deragliare un treno: arrestato 21enne tunisino

  • Incidente sull'Asolana: moto contro un'auto, muore 50enne motociclista

  • Coronavirus, è il giorno 'zero': né decessi, né contagi

  • Tragedia in Appennino: trovato morto escursionista 55enne parmigiano

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento