menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Due giornate dedicate a Guido Picelli nell’80esimo anniversario della morte

1937-2017: ricorre quest’anno l’80° anniversario della scomparsa di Guido Picelli, eroe della Resistenza armata parmigiana alle milizie fasciste, caduto combattendo volontario nella Guerra civile spagnola

1937-2017: ricorre quest’anno l’80° anniversario della scomparsa di Guido Picelli, eroe della Resistenza armata parmigiana alle milizie fasciste, caduto combattendo volontario nella Guerra civile spagnola. Per ricordarlo degnamente CGIL Parma, AICVAS, ANPI, ANPPIA e Centro Studi Movimenti organizzano due giorni di celebrazioni per il 4 e 5 gennaio 2017.

Il programma degli eventi prevede, per mercoledì 4 gennaio, nella Sala del Consiglio comunale del Palazzo del Municipio, alle ore 17, l'incontro delle delegazioni di Barcellona, Guadalajara, Madrid e Mirabueno con le associazioni antifasciste e le autorità di Parma, Regione Emilia Romagna e Camera dei Deputati. A seguire, alle ore 21, nella Sala dei Concerti della Casa della Musica (primo piano), in Piazzale San Francesco, il seminario internazionale di studi Barricaderos Antifascisti parmigiani alla guerra di Spagna, con interventi di Pedro Garcia Bilbao., Carlos Vallejo Calderon e Marco Severo (a cura del Centro studi movimenti), con il patrocinio di Regione Emilia Romagna e Comune di Parma.

Nella giornata di giovedì 5 gennaio, in piazzale Picelli a Parma, si svolgerà, alle ore 10.30, la commemorazione vera e propria in memoria di Guido Picelli, a cura di Anppia, Anpi, Alpi, Apc, Aned, Aicvas, CGIL-Camera del Lavoro territoriale di Parma, Istituto Storico della Resistenza e Comitato antifascista per la memoria storica, in collaborazione con il Comune e la Provincia di Parma. Partecipano le delegazioni di Barcellona, Guadalajara, Madrid e Mirabueno, l’Associazione degli Amici delle Brigate internazionali, l’Associazione degli ex prigionieri politici del franchismo, il Foro nazionale della memoria - Foro di Guadalajara, le Commissioni operaie di Catalogna e il Memoriale democratico del Governo di Catalogna.

La commemorazione vedrà l'intervento di Carlo Ghezzi, Segretario nazionale della Fondazione Di Vittorio.

L'ultimo evento della due giorni si svolgerà in borgo del Naviglio, Piazzetta de L’avèrta, dove alle ore 17 si potrà assitere a La città dei sovversivi. Visita guidata ai luoghi dell’antifascismo popolare, a cura del Centro studi movimenti.

***

Il programma di “Sulle ali della libertà”, per l'80esimo anniversario della morte di Guido Picelli, è stato presentato nella mattinanata di oggi, giovedì 29 dicembre, in conferenza stampa nella sede dell'Anpi di piazzale Barbieri.

Le dichiarazioni:

Aldo Montermini, presidente dell'Anpi di Parma ha fatto gli onori di casa: “Un aspetto significativo di quest'iniziativa, organizzata in comune da Anpi, Aicvas, Cgil, Anppia e Centro Studi Movimenti, è che avremo in queste due giornate la presenza di una delegazione proveniente dalla Spagna”.

Alberto Bonora, presidente Aicvas (Associazione italiana combattenti volontari antifascisti di Spagna) ha spiegato che “L'iniziativa nasce dalla volontà di raggruppare tutte le forme di rappresentanza dell'antifascismo, per riproporre la figura di Picelli, quello che è stato il suo lavoro e la sua presenza a Parma e in Spagna”.

William Gambetta, per il Centro Studi Movimenti, ha anticipato che nel convegno del 4 dicembre si parlerà dei 57 parmigiani che combatterono in Spagna contro il fascismo, all'interno delle brigate internazionali, e che ci sarà una relazione sulla memoria di Picelli, su come è stato raccontato dopo la morte dai giornali spagnoli.

Roberto Spocci, presidente di Anppia (Associazione Nazionale Perseguitati Politici Italiani Antifascisti) ha ripercorso la vita dell'eroe delle barricate: “Picelli è importante perché è il catalizzatore che riesce a unificare tutte le forze di sinistra contro il fascismo. È il modello del Comitato di liberazione nazionale”.

Massimo Bussandri, segretario generale Cgil di Parma, ha spiegato il valore dell'iniziativa: “Noi partecipiamo con grande soddisfazione e con grande orgoglio a questa due giorni di commemorazione, per tanti motivi. Picelli non é stato solo condottiero degli arditi del popolo e combattente antifascista. Ma prima di andarsene dal nostro paese é stato dirigente della nostra camera del lavoro. Il momento di ricordo di Picelli si inserisce in un percorso di valorizzazione del patrimonio storico e di memoria della nostra camera del lavoro e dei lavoratori parmensi. Picelli incarna i valori di riscatto del lavoro nel Novecento”.

Paolo Bertoletti, segretario generale Spi Cgil di Parma, delegato alla memoria storica della Camera del Lavoro, ha ricordato che “Il rapporto Parma e la Spagna è un rapporto nato e cresciuto nel tempo. Abbiamo inaugurato un monumento alle barricate nel cimitero di Montjuïc a Barcellona, che è stato il primo monumento in ricordo di Guido Picelli e Antonio Cieri in Spagna. Con questa occasione, nel solco delle barricate, si consolida ancora di più il rapporto fra Parma e Spagna”.

Il progetto di ricordo non si esaurirà con questi due giorni, ma continuerà con la pubblicazione di un libro sui 57 parmigiani che combatterono in Spagna in favore della Repubblica e con un viaggio della memoria nel corso del 2017 in Spagna, nel percorso di Guido Picelli e Antonio Cieri.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ponte Verdi sul Po: chiusura totale domenica 28 febbraio

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Riesplodono i contagi: 164 nuovi casi e 2 morti

  • Cronaca

    Pizzarotti: "Contagi a rimbalzo: dobbiamo tenere duro così"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento