menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Accentour, risoluzione anticipata del contratto con Terme S.p.A.: mobilità per tutto il personale

I sindacati: "Auspicano inoltre che si individui con la massima celerità un nuovo affittuario per gli alberghi termali, il quale, chiunque esso sia, dovrà marcare una netta discontinuità gestionale con l’attuale"

Vertenza dei lavoratori degli alberghi Porro e Valentini di Salsomaggiore Terme. I sindacati comunicano la decisione di Accentour: "

"FILCAMS CGIL e FISASCAT CISL -si legge in una nota- nell’incontro avuto negli scorsi giorni con Terme SpA ed Accentour LTD, hanno registrato la posizione, da parte della stessa Accentour, riconfermata tramite una nota ufficiale inviata a tutte le sigle sindacali, circa la formalizzazione della risoluzione anticipata del contratto di affitto con Terme S.p.A., con la conseguente cessazione di ogni attività alberghiera nel Comune di Salsomaggiore e l’inevitabile e contestuale avvio di una procedura di mobilità per tutto il personale in forza ed afferente le suddette attività.

Non avendo, purtroppo, potuto addivenire a nessuna intesa che desse garanzie di riassunzione con priorità al personale oggi alle dipendenze di Accentour LTD con qualsiasi nuovo possibile affittuario degli Alberghi Porro e Valentini, come sarebbe stato auspicabile e fattibile in una certa fase delle trattative, si prefigura oggi un futuro estremamente incerto, per la qual cosa le OO.SS. chiedono con forza un interessamento a vari livelli delle istituzioni e delle parti sociali al fine di ammortizzare al meglio e nei minori tempi possibili le ricadute negative sui lavoratori 

FILCAMS CGIL e FISASCAT CISL auspicano inoltre che si individui con la massima celerità un nuovo affittuario per gli alberghi termali, il quale, chiunque esso sia, dovrà marcare una netta discontinuità gestionale con l’attuale e che dovrà essere inequivocabilmente espressione di un gruppo o di un privato per lo meno consolid<ato nel settore affinché non si debbano di nuovo registrare, nel giro di qualche mese, problematiche quali ritardi nelle erogazioni stipendiali.

Fondamentale, a tale riguardo, sarà l’azione di ricerca del nuovo gestore da parte di Terme S.p.A. che, a giudizio delle organizzazioni sindacali, non potrà fermarsi ad un semplice accoglimento di una qualsiasi manifestazione di interesse, ma dovrà ovviamente effettuare nella massima trasparenza una disamina attenta di chiunque si verrà a proporre in quanto si ritiene che nel percorso del concordato un’altra vicenda spiacevole come quella dalla quale si sta uscendo in queste ore non sia più ripetibile per i lavoratori stessi e la città".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Al Family Food Fight trionfa Parma con i Dall'Argine

Attualità

Covid: a Parma oltre 124 mila vaccinazioni

Attualità

Crolla il controsoffitto: Duc allagato

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento