Permessi per gli idrocarburi, Muzzarelli: "Valutazione in corso"

L'assessore regionale risponde ad un interrogazione del capogruppo del Pdl Luigi Villani sulla concessione alla società Mac Oil spa nella zona tra Parma e Piacenza

E' ancora in corso, cominciata il 26 ottobre con 150 giorni di tempo, la procedura di Valutazione d'impatto ambientale (Via) per il permesso di ricerca di idrocarburi liquidi e gassosi 'Fiorenzuola d'Ardà, presentato dalla società Mac Oil Spa in un vasto territorio di 26 comuni tra le province di Piacenza e Parma, che comprende diverse parti di parchi, riserve e altre aree protette. Lo ha precisato l'assessore regionale Gian Carlo Muzzarelli, rispondendo a un'interrogazione del Pdl, presentata dal capogruppo Luigi Villani e dal consigliere Andrea Pollastri, esprimendo forti perplessità per i problemi ambientale e per il grado di informazione degli Enti locali interessati.

L'assessore ha spiegato che il 25 novembre si è tenuta la prima seduta della Conferenza di servizi, in cui è stato chiesto alle amministrazioni locali di presentare alla Regione le loro osservazioni entro il 16 dicembre. E ha precisato che se le indagini geofisiche evidenziassero la presenza di 'trappole di idrocarburi' meritevoli di perforazione di uno o più pozzi esplorativi, questi dovranno essere autorizzati dal Ministero dello Sviluppo economico.

La Mac Oil Spa, fondata nel 2007, ricerca idrocarburi in Europa e Nordamerica, e finora ha chiesto cinque permessi di ricerca in Italia (l'istanza per Fiorenzuola é al Ministero dal luglio 2008). Muzzarelli ha precisato che nell'ambito della procedura di Via la Regione - chiamata a esprimersi se emergessero idrocarburi sfruttabili - esprimerà, con il coinvolgimento degli Enti locali, un giudizio negativo nel caso non ritenga questo progetto sostenibile per il territorio, e in contrasto con la vivibilità dei comuni interessati.

Quanto agli obblighi di pubblicità imposti dalle normative, la Conferenza di servizi - ha aggiunto - potrà decidere le modalità più idonee per veicolare l'informazione alle popolazioni interessate. Parzialmente soddisfatto, Villani ha ribadito la convinzione che gli Enti locali siano ancora largamente all'oscuro della vicenda, sollecitando la Regione a colmare questo deficit informativo. E ha sottolineato il carattere sismico della ricerca nel sottosuolo delle sacche di idrocarburi liquidi e gassosi, fase preliminare rispetto allo sfruttamento delle risorse ma pure impattante e negativa per l'ambiente.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo decreto: ecco tutte le regole in vigore a Parma da domani

  • Pauroso frontale a Castione Baratti: muore una 22enne di Lesignano

  • Nuovo Dpcm in arrivo: cosa cambia a Parma e provincia

  • Covid: verso un nuovo Dpcm per il lockdown?

  • Coronavirus: verso un lockdown 'morbido' e la chiusura alle 21

  • Da Piazza della Pace a Piazza Garibaldi: anche Parma protesta

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento