Ikea Parma, le condizioni di lavoro? Un mistero. L'accesso è negato

Dopo i disordini e i licenziamenti nello stabilimento di Piacenza abbiamo cercato di verificare le condizioni lavorative in via Burla. Ma la vigilanza ha impedito che i giornalisti parlassero ai lavoratori. Ikea: "C'è stato un fraintendimento, siamo disponibili"

Ikea Parma. Dopo le vicende che hanno coinvolto il deposito Ikea di Piacenza che hanno portato a scontri con la polizia ed al licenziamento di 107 lavoratori ParmaToday ha cercato di verificare in loco le condizioni lavorative dei dipendenti della struttura in via Burla. Ma non è stato possibile farlo: la vigilanza ha impedito che i giornalisti parlassero con i lavoratori.

In attesa dell’arrivo del responsabile dello stabilimento interpellati i cassieri di turno sono solo riusciti a dichiarare di essere regolarmente retribuiti. Poi l’intervento del responsabile della vigilanza che ha esplicitamente dichiarato che “non c’è bisogno di parlare delle condizioni lavorative dei dipendenti” aggiungendo che “sarebbe meglio parlare dei furti che avvengono nella struttura”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

LA RISPOSTA DI IKEA. "C'è stato un fraintendimento, siamo disponibili a far parlare i giornalisti con i lavoratori. Stamattina il direttore della struttura di Parma non era in sede. Da parte nostra nessuna restrizione all'accesso".

LAVORATORI OFF LIMITS. Anche i dipendenti delle cooperative sono off limits. Mentre uno dei lavoratori del servizio magazzino spiegava di essere “solidale con i colleghi di Piacenza” è stato immediatamente allontanato. In via Burla come afferma la media manager Ikea alcuni servizi sono stati appaltati alle cooperative. Sono sei ed occupano più di 50 lavoratori. L’ufficio stampa Ikea sottolinea che nessuna di queste “è collegata al Consorzio CGS di Piacenza” e “non abbiamo in previsione una riduzione di attività e/o di volumi con queste società”.

'QUI' VA TUTTO BENE'. L'ufficio stampa ha dichiarato l’operatività di un numero imprecisato di squadre di facchini nello stabilimento parmigiano, mentre le affermazioni in merito all’organico Ikea del responsabile sono state esigue: “Qui va tutto bene. Non abbiamo nessun problema”. Un problema d’informazione però c’è. Il diritto di cittadini e clienti a conoscere le condizioni in cui i dipendenti Ikea lavorano quotidianamente è stato violato. Come sono le condizioni di lavoro all'interno del negozio? Rimane un mistero.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, un nuovo Decreto tra domenica e lunedì: chiusura alle 22 e lockdown nel week end

  • Coronavirus: chiusure generalizzate e coprifuoco alle 22

  • Covid: da lunedì 19 ottobre a Parma al via i test gratuiti nelle farmacie

  • A Parma vietate le feste e lo sport amatoriale: mascherina in casa con i non conviventi

  • Smart working allargato, coprifuoco dalle 22 e chiusura palestre: come potrebbero cambiare le regole anche a Parma

  • Parma, quattro giocatori positivi al coronavirus

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento