menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ikea, Pizzarotti: “No al consumo di suolo, ma sì a progetti che sblocchino i pasticci'

Il sindaco ribadisce: "Siamo sulla strada giusta, ma non si faccia confusione tra 'nuovi negozi' e 'nuove autorizzazioni commerciali'"

Dopo l’interrogazione alla Giunta nel Consiglio Comunale di ieri, nella quale si chiedevano delucidazioni sul futuro degli spazi in zona Ikea, il sindaco Pizzarotti ha voluto ulteriormente chiarire le intenzioni del Comune di Parma: “Per noi l’importante è mantenere a somma zero il consumo di suolo, cioè non aumentare l’urbanizzazione del nostro territorio. Lo abbiamo detto e lo stiamo facendo: negli ultimi due anni non c’è stato alcun aumento di suolo cementificato”. Pizzarotti poi continua: “Ma sulla questione della zona Ikea, però, è bene fare ulteriore chiarezza proprio per fugare in futuro qualsiasi dubbio: i parmigiani devono avere chiara la posizione della Giunta. Non è del tutto corretto, come ho sentito dire, sostenere che il Comune ha detto no a nuovi negozi, perché non è di questo che stiamo parlando. Abbiamo detto no a nuove autorizzazioni commerciali. 

L’opzione del Comune. Le parole sono importanti per un motivo: se autorizzassimo nuovi spazi commerciali rispetto a quelli già esistenti, allora sì che ci sarebbe un effettivo consumo di suolo e un potenziale danno al commercio. La nostra idea, invece, è di mantenere completamente inalterato il territorio, “bilanciando” superfici di vendita da diverse zone della città ad un’altra, con conseguente superficie commerciale e consumo di suolo a somma zero. Questo è il grande lavoro che cerchiamo di portare a termine per chiudere una decennale e brutta pagina di storia cittadina”.

Trattative in corso e soluzioni. Conclude Pizzarotti: “Per ora non c’è nulla di concreto e tutto è ancora molto aperto. Ma è bene che i parmigiani conoscano i paletti che ci siamo dati: consumo di suolo a bilancio zero, autorizzazioni commerciali a bilancio zero , ma cercare di dare risposte a problemi che per anni sono stati continuamente rimandati. Siamo qui per affrontare i problemi e risolverli, non per rimandarli”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccino dai 60 ai 64 anni: a Parma 7.400 prenotazioni

Attualità

L'11 Maggio passa il Giro

Ultime di Oggi
  • Sport

    Troppa Atalanta, il Parma si arrende: manita di Gasp, altro schiaffo

  • Cronaca

    Coronavirus, a Parma 86 casi e un decesso

  • Cronaca

    Parma, sì ad altre riaperture. E da metà maggio coprifuoco posticipato

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    "Interno Verde": alla ricerca dei giardini segreti di Parma

  • Attualità

    Un nuovo pulmino per la Pubblica in nome di Tommy

Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento