menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Club Rotaract Parma Est dona un defibrillatore alla città

In Piazza Ghiaia con teca riscaldata e colonnina per la sicurezza dei cittadini

Grazie ad una donazione del Club Rotaract Parma Est, nei prossimi mesi verrà installato anche in Piazza Ghiaia nel cuore della città un nuovo defibrillatore con teca riscaldata e colonnina. Un ulteriore ausilio per la sicurezza e la salute di tutti i cittadini che incrementa la rete dei defibrillatori distribuiti nella rete urbana di Parma. In città sono stati scelti i luoghi più frequentati, quelli con elevato passaggio di persone: piazza Garibaldi (incrocio via Farini), piazza della Pace (c/o incrocio via Melloni), piazza Dalla Chiesa (lato Velostazione) e Barilla Center, Via D’Azeglio, Duc, Parco della Cittadella (ex Ostello) e in Piazza Garibaldi. Al momento hanno partecipato il vicesindaco del Comune di Parma, Marco Bosi, il presidente del Rotaract Club Parma Est Andrea Daidone e la delegata del Rotary Club Parma Est Maria Beatrice Fornari.
 
L'installazione e l'entrata in operatività del nuovo defibrillatore rientra nel progetto “Batticuore 2017” finalizzato a promuovere nei giovani l’adozione di comportamenti responsabili rispetto la propria salute e quella altrui e realizzare iniziative di formazione rivolte agli studenti per promuovere la conoscenza delle tecniche di primo soccorso, nelle scuole di Parma e provincia. Il Progetto Batticuore è sostenuto economicamente da Cedacri Spa e si occupato nel 2017 di
formare 600 ragazzi sul tema del primo soccorso, attraverso quattro Centri di Formazione: Croce Rossa, Assistenza Pubblica, Seirs- Croce Gialla e FiFor dell’Azienda Usl.

“Saranno 30 i defibrillatori che verranno installati nel tessuto urbano di Parma nel 2018. Un progetto in cui il Comune si affianca all’Assistenza Pubblica e che ovviamente si aggiunge alla presenza di questi preziosi apparecchi negli impianti sportivi cittadini.” Ha commentato il Vice Sindaco Marco Bosi “Si sta manifestando la volontà di altri soggetti privati che vogliono collaborare a diffondere a Parma una cultura di sicurezza e possibilità concrete di intervento per la
salute dei cittadini. Quella di oggi, vede protagonisti i giovani del Rotary Parma Est, altre se ne aggiungeranno nel corso del prossimo anno”. Il Presidente Andrea Daidone ha precisato che la volontà del Rotaract è stata quella di partecipare alla creazione di un centro storico totalmente cardioprotetto. “Parma con questo progetto diventerà una delle poche città italiane con l’intera copertura del centro cittadino di apparecchi salvavita. Abbiamo voluto contribuire al benessere e alla sicurezza sanitaria di Parma” ha detto alla cerimonia di donazione nella sede dei Rotaract di Via Repubblica.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ponte Verdi sul Po: chiusura totale domenica 28 febbraio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento