Ilaria Amadasi, da Parma a New York: "Porto il teatro italiano in Usa"

E' tornata per qualche giorno nella sua patria parmigiana ma Ilaria Amadasi vive ornai stabilmente a New York, città artistica per eccellenza. Da quattro anni la giovane attrice cresciuta teatralmente a Parma, dove è stata cofondatrice della compagnia dialettale 'I 4 cantoni', ora guarda l'Italia e Parma da Oltreoceano

E' tornata per qualche giorno nella sua patria parmigiana ma Ilaria Amadasi vive ormai stabilmente a New York, città artistica per eccellenza. Da quattro anni la giovane attrice cresciuta teatralmente a Parma, dove è stata cofondatrice della compagnia dialettale 'I 4 cantoni', ora guarda l'Italia e Parma da Oltreoceano. E ne traccia una valutazione sobria, a colloquio in un pomeriggio d'agosto con ParmaToday.

"A New York c'è tanta sete di teatro -racconta Ilaria- e vedo molta partecipazione da parte dei giovani, cosa che in Italia ancora non accade. Le professioni di attrice ed attore sono considerate come impieghi seri, per i quali è necessario studiare tanto. Invece qui in Italia purtroppo c'è ancora chi si improvvisa attore". A New York, tra le altre cose, Ilaria è parte della compagnia Kit (Kairos Italy Theater) guidata da Laura Caparrotti e della compagnia Frog & Peach Theater Company, che mette in scena le opere di Shakespeare. 

Un incontro, quello con Laura, che ha fatto intravedere ad Ilaria la sua futura strada. Giunta negli Stati Uniti nel 2009  dopo aver ottenuto un visto per artisti, Ilaria ha lavorato per portare la tradizione italiana negli Stati Uniti. "La partenza per gli Stati Uniti è avvenuta per caso. Dopo un'audizione a Napoli per una produzione inglese mi sono resa conto della necessità di studiare la lingua in maniera approfondita". Ma Ilaria dopo i 3 mesi di studio estivo decide di tornare a settembre e riesce a conquistarsi uno spazio del teatro nevyorkese. "La mia idea era di portare il teatro di tradizione italiano negli Stati Uniti". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Sono partita grazie alla compagnia che avevo cofondato a Parma e poi ho conosciuto Laura. Con la compagnia Kit lavoriamo sul teatro di tradizione e mettiamo in scena anche spettacoli di commedia dell'arte. Per settembre ho in mente un progetto di un seminario su maschere e mimica corporea con un periodicità di un incontro al mese. Poi a ottobre metterò in scena l'Amleto con la compagnia Frog & Peach Theater Company​. Sto scrivendo uno spettacolo che parla del futuro che porterò al Frigid Festival di New York nel febbraio dell'anno prossimo. Rappresenta un pò il mio rapporto, personale ed artistico, con gli Stati Uniti": 

"Il desiderio di divulgare la cultura Italiana negli Stati Uniti -riflette Ilaria- e' nata da un primo viaggio studi a New York durante il quale ho incontrato molti Italo-Americani o Americani fortemente incuriositi e attratti dalla mia nazionalità' e cultura. Ho letteralmente subito "interrogatori" sulla mia terra e la mia storia ed ho trovato un immenso piacere nel parlare del mio Paese a chi lo conosceva solo superficialmente.  Una volta ritornata negli Stati Uniti mi sono dedicata alla ricerca su storie di immigrazione, ricerca che ancora continua e che mi ha portata ad appassionarmi fortemente all'idea di trovare un mezzo  che potesse unire la mia esperienza  lavorativa e il desiderio di far conoscere il mio Paese".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Covid torna ad uccidere: muore una donna

  • Aereo precipita a Cremona: muore il pilota 54enne di Fontevivo

  • Tavolini ammassati e clienti senza mascherina: chiuso un locale di via Farini

  • Il Covid uccide per il secondo giorno consecutivo, muore un uomo: otto casi in più

  • Coronavirus, a Parma altro balzo: 14 nuovi casi

  • Parma, ipotesi Longo come nuovo Ceo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento