Cronaca

Impianti sciistici, tutto pronto per la riapertura: domani è il primo giorno

Da lunedì 15 febbraio le strutture possono riaprire: un sospiro di sollievo per i gestori e per gli operatori turistici del territorio

E' tutto pronto per la riapertura degli impianti sciistici, possibile da domani, lunedì 15 febbraio. E' questa infatti la data stabilita e poi confermata dal Comitato Tecnico Scientifico per il via libera, con specifiche regole, agli sciatori che potranno tornare a frequentare le piste. Nel parmense c'è grande attesa per la riapertura degli impianti di Schia-Monte Caio e di Pratospilla. Dopo tanti mesi di stop forzato la presenza degli sciatori sarà una leva anche per il turismo locale, per le attività di ristorazione - che ovviamente potranno tenere aperto solo fino alle ore 18 - e per i bar. 

Dall'obbligo di mascherina agli skipass a numero chiuso: ecco tutte le regole

Le disposizioni sono quelle stilate dalla Conferenza delle Regioni, riviste dopo i rilievi del Comitato Tecnico Scientifico dello scorso 4 febbraio. Gli impianti di risalita - sciovie (skilift), funivie, seggiovie, cabinovie - all’interno di stazioni, aree e comprensori sciistici dovranno predisporre tutta una serie di misure volte a limitare la diffusione del virus Sars-Cov-2 fra clienti e dipendenti. Obbligo di mascherina, distanza minima di un metro, skipass a numero chiuso e portata dimezzata per cabinovie e funivie.

"Quale misura preliminare - si legge nel documento della Conferenza delle Regioni - è necessario limitare il numero massimo di presenze giornaliere mediante l’introduzione di un tetto massimo di skipass giornalieri vendibili, che tenga conto non solo delle quote giornaliere ma anche di quelle settimanali e stagionali, determinato in base alle caratteristiche della stazione/area/comprensorio sciistico, con criteri omogenei per Regione o Provincia Autonoma o comprensorio sciistico da definire successivamente. A tale scopo, i gestori dovranno adottare sistemi di prenotazione che siano in grado di consentire una gestione strutturata del numero di utenti che possono effettivamente accedere ai comprensori sciistici ed ai relativi impianti di risalita per ciascuna singola giornata, coordinandosi con le Autorità Sanitarie locali e con le strutture ricettive". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Impianti sciistici, tutto pronto per la riapertura: domani è il primo giorno

ParmaToday è in caricamento