menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I carabinieri davanti alla ditta in cui è avvenuto il furto

I carabinieri davanti alla ditta in cui è avvenuto il furto

Impiegato 'infedele' ruba materiali idraulici dalla sua ditta per venderli allo zio: 40enne in manette

L'uomo, assunto da qualche mese, è stato colto in flagranza dai militari mentre caricava la merce sulla sua auto nel cortile della ditta Maestri di viale Piacenza: lo zio, denunciato per ricettazione, vendeva tutto ai mercatini dell'usato

Rubava attrezzature e materiali per l'idraulica dalla ditta per la quale lavorava per poi rivenderli allo zio che, a sua volta, li rivendeva ad un mercatino dell'usato di Milano. Un operaio di 40 anni è stato arrestato in flagranza di reato per furto dai carabinieri della compagnia di Parma che, allertati dalla direzione commerciale della ditta, si sono recati all'interno del cortile dell'azienda ed hanno sorpreso l'impiegato infedele mentre caricava il materiale a bordo della propria auto. Tutto è iniziato circa cinque mesi fa, un periodo che corrisponde più o meno alla data di assunzione del 40enne, un impiegato specializzato. Con l'idea di arrotondare lo stipendio l'uomo ha iniziato, probabilmente da quasi subito, a rubare all'interno del magazzino alcuni materiali, in piccole quantità per non fare insospettire la direzione commerciale.

Rubava il materiale per venderlo allo zio di Maranello

Da alcuni mesi però l'azienda Maestri di viale Piacenza si era accorta degli ammanchi ed aveva iniziato a tenere d'occhio alcuni dipendenti, tra cui l'uomo, poi finito in manette. Nella mattinata di ieri, 23 novembre, i titolari hanno osservato l'impiegato mentre caricava del materiale sulla propria auto ed hanno avvertito i militari, che sono intervenuti immediatamente. Il 40enne è stato colto in flagranza ed arrestato: aveva già caricato attrezzatura per 1.500 euro tra pompe idrauliche, collettori, matasse di nastro adesivo, martinetti idraulici. La perquisizione della sua abitazione ha portato al ritrovamento di altro materiale per un valore complessivo di 2.500 euro. I carabinieri hanno indagato per scoprire a chi fosse destinata la merce: lo zio, che vive a Maranello, era il destinatario di tutto il materiale: il 40enne ha ammesso che lo vendeva a lui per arrotondare lo stipendio. Nella casa dello zio i militari hanno trovato materiale per 2 mila euro: l'uomo, un 65enne è stato denunciato per ricettazione. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"Lunedì Parma e l'Emilia Romagna in zona gialla"

Attualità

Festa di Liberazione: ecco il programma del 25 aprile a Parma

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Coronavirus, a Parma aumentano i casi: 124 e un decesso

  • Cronaca

    Parma torna in zona gialla: cosa cambia

  • Attualità

    "Lunedì Parma e l'Emilia Romagna in zona gialla"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento