Imprese, Parma torna a crescere: saldo positivo di 298 unità

Nel secondo trimestre aprile-giugno il saldo tra iscrizioni e cessazioni d'impresa in provincia di Parma torna a essere positivo dopo il calo di -491 imprese del primo trimestre. Spicca il settore costruzioni

Dopo il calo registrato nei primi tre mesi dell’anno, pari a -491 imprese, il saldo tra iscrizioni e cessazioni di impresa nella provincia di Parma ritorna positivo nel secondo trimestre 2012. Lo rivela il rapporto sul Sistema imprenditoriale parmense, elaborato dall’Ufficio Studi della Camera di Commercio di Parma su dati Movimprese Infocamere.

Tra aprile e giugno sono nate 762 imprese a fronte di 464 cessate. Il saldo positivo di 298 unità determina un tasso di crescita imprenditoriale pari al +0,63%, superiore rispetto a quello del secondo trimestre 2011 (+0,54%) e ai corrispondenti tassi di crescita della regione Emilia Romagna (+0,55%) e dell’Italia (+0,52%). Complessivamente le iscrizioni nel periodo sono solo 50 in più rispetto a quelle del secondo trimestre 2011, che rappresentava il valore più basso degli ultimi 10 anni.

Le cessazioni risultano in leggero aumento rispetto al secondo trimestre del 2011, e appaiono abbastanza contenute, tuttavia la consistenza delle imprese al 30 giugno 2012 risulta inferiore a quella di un anno fa. In termini assoluti il bilancio positivo del trimestre è stato determinato principalmente dalle ditte individuali (+174) e dalle società di capitale (+86). Nel periodo considerato si sono iscritte al Registro Imprese 118 società di capitale, 92 società di persone, 530 imprese individuali, 21 imprese costituite in “altre forme”. Le cessazioni hanno riguardato 46 società di capitale, 52 società di persone, 361 imprese individuali e 5 le imprese costituite in “altre forme”.

Tra l’inizio di aprile e la fine di giugno i comparti che sono cresciuti maggiormente sono rappresentati da costruzioni (+57 unità, +0,7% nei tre mesi) e commercio (+54, +0,6%). Seguono agricoltura (+35 unità, +0,5% nei tre mesi), attività manifatturiere (+21+ 0,3%), attività di alloggio e ristorazione (+31, +1,1%) e attività immobiliari (+15, +0,6% nel trimestre).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pauroso frontale a Castione Baratti: muore una 22enne di Lesignano

  • Covid, in arrivo un nuovo Dpcm: limitazioni su orari e spostamenti

  • Marito e moglie positivi al Covid escono di casa per aiutare l'amico fermato senza patente: denunciati

  • Coronavirus: verso un lockdown 'morbido' e la chiusura alle 21

  • Smart working allargato, coprifuoco dalle 22 e chiusura palestre: come potrebbero cambiare le regole anche a Parma

  • Torna il volo Parma-Trapani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento