menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Imu e Tasi, sgravi alle famiglie numerose. Un taglio alla spesa comunale di 3,5 milioni

Novità nel bilancio di previsione 2015: alle famiglie numerose e a quelle colpite dall'alluvione dell'ottobre 2014 verranno applicati ulteriori sgravi Tasi e Imu. La mossa messa a punto dall'assessore al bilancio Marco Ferretti centra il bersaglio e porta a casa un taglio per le casse comunali di 3,5 milioni di euro

Il Comune annuncia l'ulteriore sgravio fiscale per Tasi e Imu. Chi ne potrà usufruire saranno le famiglie numerose (famiglie con numero superiore o uguale a 3 figli) e i cittadini colpiti dall'alluvione del 2014. Le novità introdotte nelle previsioni di bilancio 2015 (ancora da chiudere) porteranno alla 'macchina comunale' un taglio di 3,5 milioni di euro. La Tasi, Tassa sui servizi Indivisibili istituita dalla legge di stabilità 2014 e imposta ai comuni finanzia i servizi comunali rivolti alla collettività (es. manutenzione stradale, illuminazione pubblica), l'esenzione sulla tassa è già stata introdotta dal nostro comune nel 2014 per famiglie con basso Isee. Chi ne potrà usufruire? Le detrazioni riguarderanno le famiglie numerose: potranno detrarre 25€ a figlio e l'età del figlio a carico non dovrà superare i 26 anni. Ne potranno usufruire solo quelle famiglie con Isee minore a 40.000€. Buona notizia anche per le famiglie alluvionate: deduzione della II° rata Tasi (pari al 50% dell'imponibile) per le famiglie che hanno già compilato la scheda regionale (B,C o D) per la dichiarazione dei danni, danni che dovranno essere però superiori o uguali a 500€. In buona sostanza chi rientra in questa casistica non dovrà compilare ulteriore documentazione e sarà esente dalla II° rata di Tasi.

L'altra tassazione che subirà agevolazioni è l'Imu, imposta municipale propria. Riconfermate le aliquote agevolate introdotte già nel 2014. Tariffazione agevolata al 6% a chi aderisce al progetto "Affitti Garantiti". Inoltre ci sarà aliquota agevolata all'8% nei seguenti casi: - per gli immobili concessi dai proprietari in locazione a titolo ABP alle condizioni concordate definite dagli accordi locali (canone concordato). - a chi affitta a studenti universitari -per gli immobili concessi in comodato a un parente di primo grado in linea diretta Questi gli ulteriori tagli che il comune e l'assessore al bilancio Marco Ferretti sono riusciti a fare. La legge di stabilità ha prodotto ad un taglio per le casse comunali di 20 milioni. Con questa operazione afferma Ferretti "siamo riusciti a tagliare dalla macchina comunale altri soldi, 3,5 milioni di euro. Calcolo ancora stimato dato che solo a bilancio concluso sapremo esattamente le cifre". Razionalizzazioni e limature che hanno portato gli assessori a spremere 'all'osso' le varie parti del sistema comunale, l'assessore infatti annuncia "per questa volta siamo riusciti a sostenere i tagli ma se ci saranno ulteriori razionalizzazioni da fare sarà difficile non impattare sui servizi". Nello sgravio Imu e Tasi sono stati toccati i servizi? Il taglio dei servizi è stato di 0,11% ma l'assessore tranquillizza "una percentuale così insignificante tale da non intaccare minimamente il servizio. Consideriamo che per il costo dei servizi è di 66 milioni di euro annui e la limatura che abbiamo applicato è di 74 mila euro".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Parma scongiura la zona rossa: restiamo arancioni

  • Cronaca

    Covid, record di casi a Parma: + 234 e 5 morti

  • Cronaca

    Parma in zona rossa: oggi si decide

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento