Cronaca

In manette il pusher della coca: sventato un giro d'affari di 48mila euro

Un nigeriano con precedenti, senza fissa dimora, è finito in carcere: aveva una clientela fidelizzata che serviva a bordo di una bici elettrica

E' finito in manette il pusher nigeriano di 30 anni, a lungo inseguito dalle forze dell'ordine, per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. E' stato sventato un grosso giro d'affari, sono state documentate circa 900 cessioni di stupefacente per un introito di circa 50.000 euro. Per la precisione: 48mila. Nei giorni scorsi i Carabinieri della Compagnia di Parma, coordinati dalla locale Procura della Repubblica (PM dott.ssa D. Nunno), hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Giudice nei confronti del trentenne cittadino nigeriano, gravato da diversi precedenti di polizia. L’indagine ha avuto inizio il 13 marzo 2021, quando i militari della Compagnia ducale lo hanno passare in via Toscana in sella ad una bicicletta elettrica e, dopo essersi affiancato ad un automobilista in sosta, ha scambiato con lui velocemente qualcosa. I militari, identificato l’acquirente e ottenuto il numero di telefono del pusher, con lo sviluppo delle analisi dei tabulati telefonici hanno individuato la clientela “fidelizzata”.

Sono state interrogate una decina di persone che hanno riferito di aver acquistato droga (quasi sempre cocaina) dall’indagato. Lo hanno individuato in foto, consentendo di svelare una florida attività di spaccio, condotta dall’arrestato fin dal 2017. Se da un lato le cessioni singole erano sempre riferite a quantitativi modesti di droga, dall’altro si è trattato di un complesso articolato di cessioni durate nel tempo con modalità e tecnica costante, così da rendere più grave la complessiva condotta dell’indagato; e pertanto ne ha disposto la custodia in carcere. L’arrestato è stato associato alla Casa Circondariale di Parma.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In manette il pusher della coca: sventato un giro d'affari di 48mila euro

ParmaToday è in caricamento