in quartetto da beethoven a webern per “concerti della casa della musica 2015”. il quartetto leipzig, martedì 5 maggio

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

La più classica delle formazioni cameristiche, il quartetto d'archi - e per metà concerto anche il quintetto, con la formazione invero eccezionale che nasce dall'aggiunta di una seconda viola - per il nuovo appuntamento con "I concerti della Casa della Musica", la rassegna che nasce dalla collaborazione tra Istituzione Casa della Musica, Comune di Parma e Società dei Concerti: sarà infatti il Quartetto Leipzig, con l'aggiunta di Barbara Buntrock quale seconda viola in una parte del programma, il protagonista del concerto che si terrà il prossimo martedì 5 maggio alle ore 20.30 nella Sala dei Concerti della Casa della Musica.

Di eccezionale interesse e bellezza il programma musicale della serata, che offre di Anton Webern il Quartetto composto nel 1905, e di Ludwig van Beethoven la Grande Fuga op. 133 in si bemolle maggiore e, ad occupare interamente la seconda parte del concerto, la celeberrima Sinfonia n. 7 op. 92 in la maggiore nella rarissima versione per quintetto d'archi, appunto con l'aggiunta della seconda viola.

Considerato dalla rivista Fanfare "il miglior quartetto tedesco", il Quartetto Leipzig (Stefan Arzberger e Tilman Büning, violini, Ivo Bauer, viola, Matthias Moosdorf, violoncello) è senz'altro una delle formazioni più richieste e più complete del nostro tempo. Dopo aver ricevuto numerosi riconoscimenti, l'attività del Quartetto si è esplicata in tutt'Europa, nel Nord e Sud America, in Africa, Asia, Australia, Giappone, Israele. Molti i cicli tematici proposti dalla formazione (dedicati a Schubert, Bach, alla musica contemporanea…). Fra i partner del Leipzig i clarinettisti Karl Leister e Giora Feidman, i pianisti Alfred Brendel, Menahem Pressler, Andreas Staier e Christian Zacharias, i soprani Juliane Banse e Christiane Oelze, il baritono Olaf Bär e, come in questo caso, la grande violista Barbara Buntrock, hanno contribuito ad arricchire il suo repertorio, che conta oggi più di 270 opere di 90 compositori, con oltre 90 registrazioni effettuate, da Mozart a Cage, da Haubenstock-Ramati a Beethoven, tutte le opere di Brahms, Mendelssohn, Mozart e i lavori della seconda Scuola Viennese, alcune delle quali premiate con il Diapason d'Or, il Premio Cd Compact, l'India Award, l'Echo Klassick.

"I concerti della Casa della Musica" sono organizzati anche grazie alla collaborazione di Sinapsi Group, Piu Hotels, Osteria Rangon. Per ogni ulteriore informazione e per la prenotazione dei biglietti, tel. 0521 031170 infopoint@lacasadellamusica.it - www.lacasadellamusica.it; Società dei Concerti di Parma, info@societaconcertiparma.com

Torna su
ParmaToday è in caricamento