Lesignano, incendiò auto e garage perchè non voleva rinnovare l'affitto

E' stato arrestato per stalking il proprietario di una villetta di Lesignano de' Bagni che aveva minacciato anche al telefono i suoi inquilini prima di compiere gli atti di devastazione

Lesignano de' Bagni

Non voleva rinnovare loro il contratto di affitto. Così, un 68enne di Lesignano de' Bagni, proprietario di una villetta di via della Parma, ha deciso di passare all'azione. Prima ha minacciato il nucleo familiare (composto da una donna, il suo compagno e il figlio di lei) in maniera anonima al telefono, poi ha dato alle fiamme l'auto della famiglia e il garage. Le indagini dei carabinieri di Langhirano, dopo aver escluso la pista della criminalità organizzata, hanno portato al padrone di casa che è stato arrestato per il reato di stalking.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, un nuovo Decreto tra domenica e lunedì: chiusura alle 22 e lockdown nel week end

  • Coronavirus: chiusure generalizzate e coprifuoco alle 22

  • Covid: da lunedì 19 ottobre a Parma al via i test gratuiti nelle farmacie

  • Smart working allargato, coprifuoco dalle 22 e chiusura palestre: come potrebbero cambiare le regole anche a Parma

  • Covid, in arrivo un nuovo Dpcm: limitazioni su orari e spostamenti

  • Allerta terapie intensive: a Parma rischio alto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento