Scoperto dai Carabinieri incendia la piantagione di marijuana: 50enne in manette

Dopo l'ennesimo litigio con l'anziana madre, che ha scoperto la coltivazione illegale in un casolare a Malandriano, i militari si sono recati sul posto. I Vigili del Fuoco hanno spento le fiamme: nel podere 70 piante di canapa matura

Aveva allestito la gran parte di quel podere a Malandriano, in uso alla madre anziana, per creare una vera e propria piantagione di marijuana: settanta piante di canapa erano già mature e l'uomo, un 50enne, aveva anche pensato a mettere nell'area luci, ventole e stufe per far sì che le piante crescessero più in fretta. L'autore della coltivazione però ha distrutto tutto, incendiando la struttura quando ha visto arrivare i Carabinieri nel casolare. Tutto nasce dall'ennesimo litigio con la madre che sapeva delle abitudini del figlio in fatto di droga ma non era a conoscenza della grossa coltivazione di 'erba', nell'abitazione in campagna che avrebbe dovuto essere in disuso. La donna, durante il litigio, è scesa in strada per chiedere aiuto e un cellulare per poter avvertire il 112: il figlio infatti le aveva sequestrato i telefoni: la madre era convinta a denunciare il figlio, per porre fine a tutta quella vicenda. Quando i militari sono arrivati nei pressi del podere l'uomo ha preso la benzina di un decespugliatore e ha tentato di incendiare la piantagione, con l'intento di nascondere le prove. I Vigili del Fuoco, che sono giunti sul posto, sono riusciti a spegnere le fiamme ed i Carabinieri hanno verificato la presenza di 70 piante di canapa. Il 50enne è stato arrestato per incendio doloso e coltivazione di sostanze stupefacenti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rapina una donna in piazzale Pablo: 19enne gambiano lo insegue e lo fa arrestare

  • Coltellate sul Frecciarossa, sotto choc il parmigiano che ha difeso la donna: " Usata una cinta per fermare l'emorragia"

  • C'è un'altra Parma sotto terra

  • "L'ho sentita urlare e sono intervenuto. Così ho fermato lo scippatore"

  • Truffa del Postamat, la maxi indagine riguarda anche Parma

  • Chiamavano i clienti per offrirgli la droga: arrestati tre pusher

Torna su
ParmaToday è in caricamento