menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tre arrestati per l'incendio ad un'abitazione di un esponente di Casa Pound

I tre presunti autori del gesto sono accusati di incendio aggravato, violazione di domicilio aggravata, fabbricazione di congegno micidiale, detenzione di strumenti atti ad offendere. I fatti si riferiscono all'incendio di una villetta di campagna, avvenuto nella notte tra il 14 e il 15 aprile 2014, in loc. Piandolo di Rigollo nel comune di Pellegrino Parmense

Nelle prime ore della mattinata di ieri, 27 agosto, i Carabinieri del Comando Provinciale di Parma, in esecuzione di un’ordinanza applicativa degli arresti domiciliari emessa dal GIP del Tribunale di Parma su richiesta dei magistrati della Procura della Repubblica del capoluogo parmigiano, hanno traìtto in arresto un 23enne parmigiano, un 25enne e un 22enne entrambi di Modena. A carico dei tre giovani, presunti autori del gesto, i reati di incendio aggravato, violazione di domicilio aggravata, fabbricazione di congegno micidiale, detenzione di strumenti atti ad offendere. I fatti si riferiscono all’incendio di una villetta di campagna, avvenuto nella notte tra il 14 e il 15 aprile 2014, in loc. Piandolo di Rigollo nel comune di Pellegrino Parmense, allorché alcuni sconosciuti, dopo aver sfondato la porta di ingresso e posizionato due bombole del gas, appiccarono le fiamme che danneggiavano gravemente l’intera struttura pur senza innescare il gas contenuto nelle bombole.

Le indagini esperite dagli inquirenti avevano consentito di identificare nell’immediatezza dell’incendio tre soggetti che nel corso di un posto di controllo vennero trovati in possesso di una motosega ed altri attrezzi. Le successive analisi chimico-merceologico eseguite dal RIS Carabinieri di Parma hanno dimostrato che gli strumenti erano stati utilizzati per la commissione del reato. La villetta era stata teatro, nel corso dell’agosto del 2013, di una manifestazione organizzata dal movimento “CasaPound” di Parma, denominata “Revolution Party”. I tre ragazzi, come disposto dal Giudice per le Indagini preliminari, sono stati sottoposti alla misura degli arresti domiciliari a disposizione della Procura della Repubblica di Parma.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Inquinamento: stop ai diesel Euro 4 fino a venerdì 5 marzo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Ponte della Navetta, Alinovi al Ministero: “Aprirlo entro Pasqua”

  • Attualità

    Aree verdi: 250 mila euro per i nuovi giochi bimbi

Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento