menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Inceneritore, il Comune chiede ad Iren 2 milioni di euro per gli oneri di urbanizzazione

"Tale procedimento -si legge in una nota- si è reso necessario in quanto IREN S.p.A., nonostante sia un soggetto privato (parificabile ad un qualsiasi operatore economico privato) si è sempre rifiutata di procedere con il pagamento del contributo di costruzione"

Il Comune di Parma chiede ad Iren il pagamento di 2 milioni di euro di oneri di urbanizzazione. "Con la presente -si legge in una nota- si comunica che con nota prot. gen. n 109372 del 18/06/2015 si è provveduto ad inoltrare a Parma Gestione Entrate il provvedimento prot. gen. n. 83692 del 13/05/2015 con il quale il Comune di Parma ha diffidato IREN S.p.A. al pagamento di € 534.120,82 a titolo di contributo di costruzione per la realizzazione del termovalorizzatore, nonché € 1.604.896,17 a titolo di monetizzazione dei parcheggi di standard pubblici realizzati dalla ditta e mai concordati con l’Amministrazione Comunale, al fine di procedere alla riscossione coattiva delle somme.

Tale procedimento si è reso necessario in quanto IREN S.p.A., nonostante sia un soggetto privato (parificabile ad un qualsiasi operatore economico privato) si è sempre rifiutata di procedere con il pagamento del contributo di costruzione (e degli standard pubblici) dovuto per la realizzazione di un opera di sua esclusiva proprietà, qualificandosi, erroneamente, quale ente istituzionalmente competente. In seguito all’avvio della procedura esecutiva il Comune di Parma potrà riscuotere, pertanto, coattivamente le somme dovute, salvo una nuova impugnazione da parte della società, peraltro già minacciata insieme ad una ipotizzata richiesta risarcitoria".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ponte Verdi sul Po: chiusura totale domenica 28 febbraio

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Riesplodono i contagi: 164 nuovi casi e 2 morti

  • Cronaca

    Pizzarotti: "Contagi a rimbalzo: dobbiamo tenere duro così"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento