Inceneritore, diossina dentro di noi: "Valori al di sopra di quelli tollerati"

Guerra: "Abbiamo selezionato dei campioni di uova e carni avicole a Ravadese, Rubbiano, Borgo Taro e in città". Rabitti: "Ho chiesto l'accesso agli atti Laterlite: mi hanno proibito di fare fotocopie"

Inceneritore e salute. La sala dell’Auditorium Toscanini in via Cuneo ha ospitato ieri il convegno oraganizzato da Gcr e Isde per presentare i risultati delle analisi eseguite sul territorio. “Vogliamo conoscere tutta la verità, – annuncia Il presidente di Gcr Caffagnini – vogliamo sapere cosa succede quando bruciamo i rifiuti. In questo progetto a farla da padrone è stata la disinformazione. Ora stiamo aspettando la pronuncia del Tribunale del Riesame per il sequestro del cantiere. Auspichiamo che la magistratura locale abbia il coraggio di andare in fondo a questa vicenda”.

Presenti all’incontro, il vicesindaco Nicoletta Paci e l’assessore Rossi hanno ascoltato attentamente le testimonianze dei relatori che hanno lasciato il pubblico sbigottito di fronte ai dati dei rilievi e dell’incidenza di patologie oncologiche nei pressi di impianti di termovalorizzazione. Il chimico ambientale Stefano Raccanelli nel corso della serata ha spiegato che : “l’Italia è l’unico Paese europeo a non aver ratificato la Convenzione di Stoccolma. Ciò significa che nel nostro ordinamento una vasta gamma di agenti cancerogeni non è riconosciuta come tale.

Attraverso l’ambiente l’uomo entra a contatto con questi agenti, nel 90% dei casi la contaminazione avviene per via alimentare, attraverso il cibo. Diversi studi epidemiologici hanno dimostrato come la presenza di un inceneritore in una determinata area aumenta esponenzialmente il rischio di cancro per gli abitanti. Si tratta di studi fatti anche dall’Istituto Superiore di Sanità, studi che finanziamo noi cittadini e che ci vengono nascosti”.

“In quattro anni (dal 2004 al 2008) l’aspettativa di vita in buona salute si è abbassata di 10 anni – tuona Manrico Guerra di Medici per l’Ambiente – ed un quarto delle malattie è causato da condizioni ambientali evitabili. L’incidenza di neoplasie infantili in Italia è il doppio rispetto agli altri Paesi europei. Abbiamo selezionato dei campioni di uova e carni avicole a Ravadese, Rubbiano, Borgo Taro e in città: sono tutti risultati al di sopra dei valori massimi di diossina tollerali dal corpo umano. È nostro dovere trovare sistemi di smaltimento rifiuti alternativi all’incenerimento. È un nostro dovere!”.

“Appena sono arrivato a Parma ho notato due cose: – afferma il consulente ambientale del Comune di Parma Paolo Rabitti – la convenzione con Iren per la gestione dei rifiuti è scaduta ieri, come fanno a costruire un impianto prima che venga rinnovata? Poi ho chiesto alla Provincia di avere accesso a degli atti relativi all’incenerimento di rifiuti tossici speciali a Rubbiano da parte di Laterlite e mi hanno proibito di fare fotocopie”. Poi il libro inchiesta. Rabitti inizia a raccontare la vicenda del disastro di Seveso del 1976 documentata nel suo nuovo libro, dei depistaggi e del silenzio delle autorità. Forse voleva essere un monito per la città di Parma.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo decreto: ecco tutte le regole in vigore a Parma da domani

  • Nuovo Dpcm entro il 9 novembre: stretta sulla attività commerciali e gli spostamenti interregionali

  • Verso un lockdown soft dal 9 novembre?

  • Covid: verso un nuovo Dpcm per il lockdown?

  • Parma in controtendenza: pronto soccorso e terapie intensive non sono in emergenza

  • Da Piazza della Pace a Piazza Garibaldi: anche Parma protesta

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento