Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca Centro

Inceneritore, Folli contro la Provincia: "2 giorni per le modifiche all'Aia"

Una modalità poco seria a detta dell'Assessore Folli quella adottata dalla Provincia che ieri pomeriggio ha inviato al Comune un invito alla convocazione per la conferenza dei servizi il 20 novembre

Assessore Folli

Un invito definito "dell'ultimo minuto per concludere sbrigativamente la faccenda" quello arrivato ieri pomeriggio al Comune di Parma con una comunicazione ufficiale dalla Provincia per la convocazione di una conferenza di servizi, fissata il prossimo 20 novembre in Piazzale della Pace, per la revisione delle modifiche riguardo l'autorizzazione integrata ambientale (Aia) del progetto del Pai. Un lungo iter che ha avuto inizio quando il progetto del Polo ambientale integrato ha subito modifiche, presentate da Iren e inviate al Comune il 19 settembre scorso.

Le osservazioni e le richieste di delucidazioni a sua volta avanzate dal Comune sono state prodotte il 31 ottobre scorso e, di ieri pomeriggio, la notizia della convocazione dalla Provincia della conferenza di servizi, fornendo documentazione e risposte sulle delucidazioni avanzate in precedenza dal Comune. Risposte parziali e non esaurienti secondo quanto emerso a un primo sguardo, ha affermato l'assessore all'Ambiente Gabriele Folli, che non ha esitato a definire "poco serio il comportamento di chi fornisce una documentazione così corposa su un progetto che potrà legare mani e piedi il territorio per vent'anni, fornendo due soli giorni lavorativi di tempo per analizzarla". Non si tratta, ha sottolineato Folli, di difficoltà provocate al solo Comune di Parma, ma a tutti gli enti coinvolti e i piccoli comuni, probabilmente meno strutturati di Parma per analizzare in così poco tempo il materiale fornito.

APPELLO A BERNAZZOLI. "Ci rivolgiamo al Presidente della Provincia Bernazzoli, che si è sempre dichiarato garante di trasparenza e sicurezza dell'impianto, affinchè fornisca un tempo maggiore per l'analisi dei documenti in vista della conferenza dei servizi. Non ci pare serio fornire limiti temporali così stringenti, l'impressione è di voler concludere tutto in fretta e furia al più presto. Continuiamo a chiedere che anche un membro del Comune possa fare parte della Commissione di Collaudo, se è necessario raggiungere un numero dispari che si allarghi la partecipazione anche a esponenti degli altri comuni coinvolti".

In merito alle dichiarazioni di ieri dell'Amministratore Delegato Iren Ambiente Andrea Viero sulla possibilità concreta della messa in funzione del termovalorizzatore per i primi mesi del 2013, Folli commenta: "Viero faccia le considerazioni che crede, vedremo come andrà a finire. Il Tribunale del Riesame si deve ancora esprimere sul sequestro e ci sono indagini su abuso d'ufficio. E' una strana coincidenza che le sue dichiarazioni arrivino nello stesso giorno dell'invito alla convocazione alla conferenza dei servizi dalla Provincia sulla revisione dell'Aia. Sollecito che nella conferenza dei servizi si prenda una posizione chiara e netta, deve esserci una funzione di controllo che per adesso sta svolgendo solo il Comune di Parma".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inceneritore, Folli contro la Provincia: "2 giorni per le modifiche all'Aia"

ParmaToday è in caricamento