menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Inceneritore, la Gcr chiede un Consiglio comunale straordinario

La seduta straordinaria richiesta prevede che ci siano come relatori cinque autorevoli medici. L'intervento si basa sui rischi sanitari derivati dall'utilizzo di un inceneritore per la gestione dei rifiuti urbani

Richiesta seduta straordinaria monotematica all' interno del consiglio comunale di parma con relatori medici prof. Giuseppe Masera, dr. Ernesto Burgio, dr. Roberto Rominzi, dr. Giancarlo Pizza, dr. Giuseppe Miserotti sui rischi sanitari derivati dall'utilizzo di un inceneritore per la gestione dei rifiuti urbani.
 
Visto
1 a ) l' appello "i medici chiamano parma" sottoscritto da oltre 60 medici, tra i quali esperti di fama internazionle, con cui si chiede alle amministrazioni di parma di rinunciare al progetto inceneritore rifiuti
1 b ) la richiesta di moratoria contro la costruzione e ampliamento di inceneritori rifiuti presentata dalla federazione regionale emilia romagna ordini medici chirurghi e odontoiatri
2) il dossier per autorita' dello stato, magistrati e giornalisti elaborato dai medici isde italia
3 a ) l' invito alle autorita' e cittadinanza ad abbandonare il progetto inceneritore del pres. ordine medici piacenza dr. miserotti pubblicato su gazzetta di parma il giorno 21/07/2010
3 b ) la querelle tra l' ex ministro bersani e la frer ordini medici
4) l' esposto dei medici di ferrara contro l' inceneritore cittadino dal quale emerge che la combustione di una tonnellata di rifiuti da' luogo ad una tonnellata di fumi, 300 kg di ceneri solide altamente tossiche che abbisognano di discariche speciali, 30 kg di ceneri volanti parimenti pericolose, 650 kg di acqua da depurare, 25 kg di gesso, ed una tonnellata di gas climalteranti. e' evidente come si raddoppi la massa del rifiuto che entra nel forno in quanto per condurre la combustione cosi' eterogenea occorre aggiungere materie prime quali bicarbonati, ammoniaca ecc.ecc. per una parte di rifiuto dobbiamo aggiungere circa una parte di materie prime. una parte piu' una parte uguale due parti.
- le osservazioni dei medici di forli'
- le osservazioni dei medici di ravenna
- l' esposto denuncia dei medici di modena contro l' inceneritore cittadino
- l' appello dei pediatri di mestre e venezia
- la posizione dell' ordine dei medici di latina
- la posizione della federazione italiana medici medicina generale
- la diatriba tra i medici isde e i professori che hanno alterato studi scientifici onde promuovere l' incenerimento come pratica sostenibile
- i danni economici in termini di salute preventivati per le popolazioni che vivono accanto a inceneritori calcolati dal politecnico di torino
- lo studio che mette in relazione patologie di bambini che frequentano scuole nelle vicinanze di inceneritori
- le preoccupazioni palesate dal dr. pizza, pres. ordine medici bologna nonche' presidente frer ordini medici, in merito ai risultati del primo stralcio dello studio moniter che evidenzia un incremento statisticamente significativo di rischio di parto pretermine per le madri che vivono in prossimita' di inceneritori
- le osservazioni della dr.ssa gentilini, oncoematologa, che richiama lo studio moniter e lo studio recente dell' universita' del massachusetts
- la relazione " xenobiotici nel latte materno " presentato al convegno nazionale dei medici ad arezzo il 17-19 settembre 2010
- preso atto che dallo studio di impatto ambientale elaborato da enia ( ora iren ) a pag. 15 emerge che l' inceneritore emettera' in atmosfera nonostante le caldaie spente grazie al teleriscaldamento, anche se non si sa quante caldaie verranno spente e quindi la valutazione e' estremamente superficiale ! ) 3 tonnellate di pm10 in piu' rispetto alla situazione gia' grave della pianura padana
- considerato che " fine e' peggio " come dichiarato da arpa emilia romagna e dal servizio epidemiologia dell' ulss n.22 della regione veneto
- preso atto delle centinaia di molecole tossiche, nocive, cancerogene emesse dalla combustione di rifiuti
- considerato che ci troviamo ad affrontare una pandemia silenziosa
- considerato che gli inceneritori sono industrie insalubri di classe i ( le piu' pericolose ) che non si possono costruire in territori vocati all' agricoltura
- considerato che i tumori infantili stanno aumentando anche a causa dei fattori ambientali e che il padre dell' oncoematologia pediatrica italiana prof. Giuseppe Masera invita caldamente a rispettare il principio di precauzione.

Chiedono al sindaco di Parma, massima autorita' sanitaria della comunita' di Parma, di convocare una seduta straordinaria monotematica all' interno del Consiglio comunale con relatori medici prof. Giuseppe Masera, dr. Ernesto Burgio, dr. Roberto Rominzi, dr. Giancarlo Pizza, dr. Giuseppe Miserotti sul tema dell'inceneritore e dei rischi sanitari legati alla sua gestione.

per
ASSOCIAZIONE GESTIONE CORRETTA RIFIUTI E RISORSE PARMA
ISDE PARMA
FARMACIA SS. ANNUNZIATA, S. FRANCESCO, RANIERI, BRANDONISIO PARMA

Veraldo Caffagnini
Presidente AGCR

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Ponte della Navetta, Alinovi al Ministero: “Aprirlo entro Pasqua”

  • Attualità

    Aree verdi: 250 mila euro per i nuovi giochi bimbi

Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento