Cronaca

Inceneritore, è giallo su un doppio parere legale: pagine sparite

Nell'inchiesta della Procura, che ha scoperto abusi d'ufficio sull'affidamento dei lavori, è compresa anche una memoria stilata in due versioni dagli avvocati del Comune di Parma, Mario Chiti e Andrea Mora

Sulla vicenda del termovalorizzatore, al centro di una indagine da parte della Procura che ha iscritto nel registro degli indagati tredici persone fra amministratori, dirigenti comunali e dirigenti Iren, c'é anche un giallo per un doppio parere legale. Nell'inchiesta della Procura, che ha scoperto abusi d'ufficio sull'affidamento dei lavori, è compresa anche una memoria stilata in due versioni dagli avvocati del Comune di Parma, Mario Chiti e Andrea Mora.

Il parere doveva essere depositato il 7 dicembre scorso, nell'udienza in cui il Tribunale amministrativo ha poi dato torto al Comune che aveva bloccato il cantiere per la mancanza di permessi edilizi. A riferirlo è il Tg3 dell'Emilia-Romagna che svela come il primo parere, di 43 pagine, sia datato 2 novembre 2011, il secondo, di sole quattro pagine, è invece del giorno successivo.


Da una versione all'altra sono sparite le pagine in cui i legali del Comune riportavano un pronunciamento dell' Autorità sulla concorrenza, che giudicava illegittima l'assegnazione dell'appalto ad Enia senza nessuna gara. La Procura sta indagando per comprendere come mai gli avvocati del comune abbiano presentato in tribunale una memoria meno motivata rispetto a quella originale, e se qualcuno ha influito sulla loro opinione, indebolendola, portando così il Comune a perdere il ricorso.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inceneritore, è giallo su un doppio parere legale: pagine sparite

ParmaToday è in caricamento